zeroEmission Medieterranean 2024
HomeEolico offshorePrysmian, contratto da 200 mln con RWE per parco eolico offshore "Sofia"
zeroEmission Medieterranean 2024

Prysmian, contratto da 200 mln con RWE per parco eolico offshore “Sofia”

Prysmian Group ha annunciato la finalizzazione del contratto con RWE Renewables, uno dei più grandi sviluppatori di parchi eolici offshore al mondo, per la realizzazione di un sistema in cavo ad alta tensione sottomarino e terrestre “chiavi in mano” del valore di oltre €200 milioni. Sistema destinato – riporta un comunicato – al parco eolico offshore Sofia di 1.4 GW.

Situato a 195 km della costa nord-orientale del Regno Unito, nell’area centrale del Mare del Nord denominata Dogger Bank, Sofia è il più grande parco eolico offshore attualmente in fase di realizzazione da RWE Renewables, nonché il più lontano dalla terraferma. Nel 2025, una volta a regime, sarà in grado di fornire sufficiente energia rinnovabile ad oltre 1,2 milioni di abitazioni in UK.

Si tratta di un progetto prestigioso per Prysmian Group, e siamo lieti di essere stati selezionati da RWE per fornire la nostra innovativa tecnologia in cavo per la trasmissione di energia rinnovabile dal parco eolico offshore Sofia in quantità tale da soddisfare le richieste annuali di 1,2 milioni di famiglie inglesi”, ha commentato Alberto Boffelli, COO Project BU, Prysmian Group.

Sven Utermöhlen, Chief Operating Officer Wind Offshore Global, RWE Renewables, dal canto suo ha dichiarato: “La firma del contratto con il leader mondiale nel settore dei sistemi in cavo Prysmian dimostra ancora una volta come RWE stia guidando l’innovazione; difatti, Sofia sarà il primo progetto ad utilizzare la sua tecnologia in cavo HVDC, ed anche il primo ad utilizzare la nuova nave posacavi Leonardo da Vinci. La firma di oggi è un ulteriore passo tangibile verso il progetto che è ora ufficialmente in fase di costruzione.

Prysmian Group sarà responsabile per la progettazione, fornitura, installazione e collaudo di un sistema simmetrico in cavo unipolare ad alta tensione in corrente continua (High Voltage Direct Current – HVDC) che collegherà la sottostazione offshore alla stazione di conversione sulla terraferma a Teesside. Il progetto prevede oltre 440 km di cavi sottomarini da ±320 kV con isolamento in XLPE e 15 km di cavi terrestri da ±320 kV con isolamento P-Laser.

Le operazioni di installazione offshore saranno effettuate con la Leonardo da Vinci, la nuova nave posacavi all’avanguardia di Prysmian che sarà la più performante sul mercato ed in grado di garantire una maggiore versatilità nella realizzazione dei progetti. Il collaudo del progetto è previsto verso la fine del 2026.

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati