Progetto per parco eolico tra Bari e Barletta: previste 80 turbine in mare

A circa venti miglia dalle coste pugliesi, nelle acque di Bari, Giovinazzo, Molfetta, Bisceglie, Trani e Molfetta, sorgerà un parco eolico di 1.120 MW per attivare un elettrolizzatore da 600 MW, a membrana polimerica per produrre idrogeno verde; l’impianto sarà composto di 80 turbine da 14 MW ciascuna e lavorerà per 3 mila ore equivalenti l’anno per produrre 3,35 TWh di energia.

Questo è il progetto che una start up pugliese spera di poter realizzare al largo delle coste pugliesi: Hope srl (Hydrogen for People) è una società nata ad opera di tre ‘family office’, la Nelke Srl, Gardill Srl e Basomaso Srl. La richiesta di concessione demaniale marittima è stata pubblicata nei giorni scorsi sulla Gazzetta ufficiale.

Un progetto ambizioso – si legge sul sito di Hope – in cui le 80 turbine galleggianti saranno realizzate su torri tubolari in acciaio; due le stazioni elettriche, composte da apparecchiature che permetteranno di raccogliere l’energia prodotta dalle turbine; l’impianto eolico sarà collegato all’impianto per la produzione di idrogeno da 600 megawatt e due invece gli elettrodotti di connessione.

Nel documento, pubblicato in Gazzetta europea, la società Hope parla di uno specchio acqueo oltre il limite delle acque territoriali di 3.881.300 mq.; di uno specchio acqueo di144.844 mq. e di una zona demaniale marittima a terra di 105 mq. L’obiettivo è realizzare, ‘oltre le 12 miglia nautiche dalla costa’, un parco eolico offshore installando 80 turbine galleggianti (da 14 MW ognuna) ‘per la potenza complessiva di 1.120 MW’; mentre l’impianto di una centrale di produzione di idrogeno verde, facente parte dello stesso progetto, ha la capacità di 600 MW.

 

 

Previous articleFord Pro E-Transit, arrivano in Europa i primi veicoli
Next articleSaras, parco fotovoltaico da 79 MW alle porte di Cagliari