Mobilità elettrica, l’inglese Saietta Group apre nuovo impianto produttivo

Il mercato della mobilità elettrica è in forte crescita in tutti i comparti, tendenza che favorisce la nascita di nuove realtà industriali. In particolare in Gran Bretagna come ricorda il sito specializzato just-auto.com. Che cita come recente esempio Saietta Group, società di ingegneria con sede nell’Oxfordshire specializzata nella progettazione di motori di propulsione per un’ampia gamma di veicoli elettrici, dagli scooter agli autobus.

A convincere i responsabili della società a investire in un impianto è il costante incremento degli ordini ricevuti che richiedono nuovi spazi produttivi per soddisfare le previsioni della domanda futura. L’intento, dunque, è costruire fabbrica moderna, dotata di attrezzature innovative e realizzata nel rispetto ambientale, tanto che è prevista la copertura del tetto con pannelli fotovoltaici capaci di fornire parte dell’energia necessaria per la produzione. Il futuro impianto dovrebbe portare fino a 250 nuovi posti di lavoro nell’arco di tre-cinque anni e produrre unità elettriche sempre più efficienti e innovative.

Con i rinnovati piani finanziari e di sviluppo subiscono cambiamenti anche i vertici di Saietta Group, in particolare con la nomina di presidente non esecutivo di Emmanuel Clair, ex amministratore delegato di Goldman Sachs, una delle società di investimento più influenti al mondo. Una posizione, quella passata, che dovrebbe avere indotto Clair a una scelta mirata, come dichiara lui stesso: “Ho osservato la crescita dell’e-mobility negli ultimi cinque anni e la mia decisione di accettare il ruolo in Saietta Group è un impegno per il potenziale dell’azienda, che penso sarà trasformativo per l’intero settore della mobilità”.

Previous articleLa startup RiDE lancia il primo monopattino elettrico Made in Italy
Next articlee2i Energie Speciali, nuovo parco eolico in Sicilia