Mobilità elettrica, Fca conferma trattativa con la taiwanese Hon Hai Precision

Attraverso una nota, Fca ha confermato di avere in corso serrati confronti con la taiwanese Hon Hai Precision (gruppo Foxconn) per la costituzione di una joint venture paritetica per lo sviluppo e produzione in Cina di veicoli elettrici di nuova generazione e per l’ingresso nel business IoV (Internet of Vehicles).

La nota precisa che la collaborazione, inizialmente focalizzata sul mercato cinese, consentirebbe alle parti di unire le capacità di due affermati leader mondiali nell’ambito della progettazione automobilistica, dell’ingegneria, della produzione e della tecnologia mobile software, per concentrarsi sul crescente mercato dei veicoli elettrici a batteria.

La casa automobilistica si muove dunque sul versante delle auto elettriche, che in Cina rappresenta un mercato molto promettente per trend e dimensioni, anche se negli ultimi tempi penalizzato dal taglio dei sussidi da parte del governo di Pechino. E per spiccare nel mercato cinese in questo segmento, Fca ha scelto un partner importante come la Hon Hai Precision, già produttrice tramite la controllata Foxconn degli iPhone per Apple.

Previous articleSnam e consorziati spingono la greca Desfa verso il biometano e l’idrogeno
Next articleBatterie, progetto di Enel X per l’accumulo residenziale