Mobilità elettrica, dati in crescita in Alto Adige

Le sovvenzioni dello Stato e della Provincia sono un importante incentivo per portare la mobilità di domani nella direzione della sostenibilità“. Lo afferma l’assessore alla mobilità e alle infrastrutture della Provincia di Bolzano, Daniel Alfreider, commentando i dati della Ripartizione provinciale Mobilità secondo cui, in Alto Adige, i veicoli elettrici rappresentano circa il 3,7% delle nuove immatricolazioni nel 2022.

Per l’acquisto di 956 veicoli, l’amministrazione provinciale ha concesso un contributo fino a 2.000 euro ciascuno per compensare parte dei costi aggiuntivi. Le domande di sovvenzione possono essere presentate in qualsiasi momento. Vengono elaborati in base alle scadenze del 31 marzo, 31 luglio e 31 ottobre.

Alfreider, è convinto che “la tendenza a guidare senza emissioni continuerà e le immatricolazioni di veicoli elettrici continueranno ad aumentare nei prossimi anni“. Secondo l’assessore, anche le stazioni di ricarica adeguate sono importanti per questo sviluppo verso la sostenibilità e in Alto Adige ci sono attualmente oltre 250 stazioni di ricarica pubbliche e quindi oltre 500 punti di ricarica pubblici

Previous articleArera, nel primo trimestre del 2023 prezzo energia elettrica a -19,5%
Next articleNasce a Foggia il Polo Tecnologico per l’Economia Circolare e le Fonti Rinnovabili