Mission Innovation, 22 stati appoggiano ambizioso progetto per sostenere l’eolico

Mission Innovation è il nome del programma appoggiato da un gruppo delle maggiori economie industriali della Terra, che investirà 250 miliardi di dollari per supportare la produzione di energia eolica.

Al programma – riporta un comunicato – aderiscono 22 Paesi: Italia, Arabia saudita, Australia, Austria, Brasile, Canada, Cile, Cina, Corea del sud, Danimarca, Emirati Arabi Uniti, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, India, Marocco, Norvegia, Paesi Bassi, Regno Unito, Svezia, Stati Uniti d’America. L’Unione europea investirà 248 milioni di dollari nel prossimo decennio per risolvere il problema entro il 2030.

L’intento di Mission Innovation, in definitiva, è sviluppare alternative valide nel campo delle energie sostenibili: alternative che in parte già esistono, ma necessitano di ulteriori passi avanti tecnologici e possibilmente di nuove scoperte per arrivare a un mondo che non avrà più bisogno di carburanti fossili.

Le soluzioni considerate dal progetto, come ha riportato la Bbc, includono un migliore immagazzinamento dell’energia, per esempio con l’utilizzo di sistemi intelligenti che rispondono a cambiamenti nella domanda; controlli più avanzati; Intelligenza Artificiale. I  governi dietro l’iniziativa affermano che metà delle riduzioni di emissioni nocive nell’atmosfera necessarie per raggiungere i target fissati da qui al 2050 nella lotta al cambiamento climatico dipendono da tecnologie che esistono oggi, ma soltanto nella fase di prototipi o sperimentale: tra queste le più citate sono i carburanti a idrogeno, altri carburanti a zero emissioni e sistemi avanzati per i depositi di energie.

 

Previous articleTerna annucia una rete di infrastrutture verdi in Sicilia e Piemonte
Next articleDazeBox, soluzione per una ricarica smart a casa