“Mercedes me Charge”, la ricarica elettrica arriva da fonti rinnovabili

Mercedes-Benz (con il brand Mercedes-EQ) prosegue nel suo percorso nel campo dell’elettrificazione e della digitalizzazione. Con questa strategia, capace di comprendere i limiti del pianeta e garantire allo stesso tempo innovazione, la casa automobilistica è riuscita a conquistare la certificazione scientifica dei suoi obiettivi di tutela del clima da parte della Science Based Targets Initiative (SBTI). Ciò significa che l’azienda è in linea con i requisiti dell’Accordo mondiale sul clima di Parigi.

Il raggiungimento di questi obiettivi – riporta un comunicato – richiede prodotti sostenibili. In tale ottica va letta anche la nuova iniziativa che riguarda i veicoli elettrici: la casa disporrà della nuova Electric Vehicle Architecture (EVA), che quest’anno celebrerà il suo debutto con la berlina di lusso EQS, fornendo non solo la base tecnica per altri quattro modelli completamente elettrici, ma incorporando anche le pietre miliari tecniche di Mercedes-EQ per soddisfare a pieno le aspettative dei clienti nei confronti delle auto di lusso all’avanguardia.

Inoltre, in materia di ecosostenibilità, Mercedes-Benz garantisce l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili per la ricarica pubblica tramite la nuova soluzione Mercedes me Charge. Grazie alla quale i clienti delle auto elettriche di Mercedes da oggi hanno accesso a più di 175.000 punti di ricarica pubblici in Europa di diversi fornitori, anche oltre i propri confini nazionali. E grazie all’App Mercedes me Charge l’individuazione dei punti è molto agile.

 

 

Previous articleEnel Green Power, record di capacità rinnovabile costruita in un solo anno
Next articleIl più grande impianto FV galleggiante del sud-est asiatico utilizza soluzioni ABB