Leonardo sceglie Enel X per l’avvio del programma di autoproduzione energetica

Un ambizioso programma per incrementare la quota di energia proveniente da fonti rinnovabili, valorizzare le proprie aree industriali, ridurre le emissioni di CO2 e diversificare le fonti di approvvigionamento energetico, tema quanto mai di attualità in questo momento di forte tensione di mercato. Si tratta del piano di efficientamento energetico e progressiva decarbonizzazione delle attività industriali di Leonardo supportato anche con la sottoscrizione di accordi con Enel X, la business line globale di Enel dedicata ai servizi innovativi, che rientrano nell’ambito della partnership strategica avviata tra Leonardo ed Enel per lo sviluppo di soluzioni sostenibili ed innovative.

I primi contratti – riporta un comunicato – consentiranno ai siti Leonardo di Nola (NA) e Vergiate (VA) di utilizzare energia green per i fabbisogni dei siti stessi, riducendo il carico da rete esterna anche a supporto della business continuity.

“Siamo molto soddisfatti di contribuire con le nostre tecnologie al raggiungimento degli obiettivi di progressiva decarbonizzazione di Leonardo, un partner strategico con il quale desideriamo proseguire il percorso virtuoso di transizione verso un modello di business più sostenibile”, dichiara Augusto Raggi, Responsabile di Enel X Italia, “Le soluzioni che sviluppiamo e offriamo ai clienti ci permettono di consolidare il ruolo di player di riferimento nella transizione energetica con l’obiettivo di raggiungere il giusto connubio tra risparmio economico e impatto sull’ambiente

Il Programma di Autoproduzione, incluso nel piano di Sostenibilità di Leonardo, rappresenta un tangibile segnale del nostro impegno nel favorire lo sviluppo di fonti di energia 100% green; lo sviluppo del Programma, con l’avvio delle installazioni pilota, si inserisce nel più ampio quadro del modello di Energy Management di Gruppo gestito da Leonardo Global Solutions, la Shared Service Company di Gruppo”, afferma Lucio Valerio Cioffi, Direttore Generale di Leonardo, “per contribuire alla riduzione strutturale dei consumi energetici e delle relative emissioni di CO2”.

L’accordo prevede che Leonardo conceda l’utilizzo di aree all’interno dei propri siti ad Enel X che realizzerà impianti fotovoltaici con le migliori tecnologie presenti sul mercato, con una potenza di circa 6,6 MWp. Gli impianti forniranno quota parte dell’energia prodotta agli stabilimenti Leonardo, evitando l’immissione in atmosfera di oltre 2.800 tonnellate di CO2 anno. Un esempio virtuoso di valorizzazione delle aree industriali, che coniuga al tempo stesso obiettivi ambientali, energetici e di contenimento della spesa.

 

Previous articleSuperbonus, Girotto (M5S): “Misura win-win, rimettiamolo in condizione di operare”
Next articleMattia Silvestri nominato responsabile vendite di Autel per il Sud Europa