Le membrane che riciclano l’acqua piovana senza danneggiarne il pH

5 miliardi: queste le persone che nel 2050 potrebbero avere carenza d’acqua per almeno un mese all’anno. A fotografare questa allarmante situazione è il Rapporto mondiale 2019 sullo sviluppo delle risorse idriche, pubblicato dall’Unesco e dal programma “UN Water” delle Nazioni Unite.

Anche per contrastare questo quadro preoccupante, DERBIGUM – gruppo belga e punto di riferimento per l’impermeabilizzazione delle superfici e coperture attraverso soluzioni ad alto contenuto tecnologico e a basso impatto ambientale – sta puntando forte sulle proprie membrane dotate di tecnologia Aquatop, che consentono di riciclare l’acqua piovana senza danneggiarne il pH.

L’attenzione all’emergenza idrica per l’azienda – riporta il comunicato diffuso – si esprime quindi attraverso un deciso approccio alla salvaguardia ambientale, tradotta nello sviluppo di soluzioni che consentono il risparmio del 50% sul consumo domestico di acqua.

Per riutilizzare l’acqua piovana senza alcun rischio è meglio garantire il mantenimento di un livello di acidità neutro. E a questo scopo rispondono le membrane del Gruppo dotate di tecnologia Aquatop: DERBIGUM® AQUATOP con le colorazioni Light e Dark Grey, DERBIBRITE NT e DERBIPURE® insieme a quelle della linea di membrane sintetiche VAEPLAN®, anch’esse idonee al riciclo delle acque pluviali e con certificato di potabilità dell’acqua. Un attestato dell’Istituto Nehring della Germania conferma che la membrana non ha alcun impatto sulla qualità dell’acqua recuperata, ideale quindi per aziende alla ricerca di soluzioni green e di autoproduzione delle risorse.

Con queste soluzioni, la capacità di recupero dell’acqua raggiunge almeno il 70-80%. È il caso dell’edificio residenziale a Opwijk, in Belgio (nella foto), dove la guaina DERBIGUM® AQUATOP è stata installata su 200 mq di tetto piano, proteggendo case e uffici. L’azienda ha in questo modo esaudito la volontà di progettista e committenti di riciclare l’acqua piovana senza alterarne le proprietà.

Altro brillante esempio – riporta la nota diffusa – è la ristrutturazione del Garage Bouvy Motors di Gosselies, sempre in Belgio, dove si è deciso di realizzare anche un nuovo autolavaggio. I lavori in cantiere prevedevano anche il rifacimento della copertura, ricercando una soluzione che permettesse la raccolta delle acque pluviali provenienti dal tetto del garage e di riutilizzarle per l’autolavaggio. Da questa specifica richiesta, l’applicatore si è avvalso del servizio tecnico di DERBIGUM che ha provveduto a effettuare un’ispezione sulla copertura e ad applicare la membrana DERBIGUM® AQUATOP con incollaggio a freddo. Una soluzione non solo efficace, ma anche efficiente, che ha permesso di ridurre lo spreco idrico riciclando le risorse esistenti.

 

Previous articlePNIEC, Valerio Natalizia (SMA): “Possiamo essere partecipi di una rivoluzione che genera benessere”
Next articleBill Gates finanzia startup per l’estrazione sostenibile di litio