Italia Solare: “Mantenere cessione del credito e sconto in fattura per Superbonus e detrazioni”

Italia Solare ha inviato al Ministro per la transizione ecologica, Roberto Cingolani, al Ministro per lo sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, al Ministro per l’economia e la finanza, Daniele Franco e ai membri delle Commissioni competenti di Camera e Senato, una lettera con la quale sottolinea l’importanza di mantenere la cessione del credito e lo sconto in fattura per il Superbonus 110% e le detrazioni fiscali.

Le detrazioni fiscali vigenti in Italia (con particolare riferimento a Superbonus, 65% e 50%) – si legge nella lettera – hanno creato il presupposto per un volano all’economia nazionale. Questo è avvenuto in particolar modo a partire da giugno 2021 quando sono entrate in vigore le semplificazioni inerenti il Superbonus”.

Come riporta la nota pubblicata sul sito dell’associazione che rappresenta l’intera filiera dell’industria fotovoltaica, il mercato sta vivendo una situazione di forte congestione dovuta alla scarsità di materiali e componenti; pertanto – secondo Italia Solare – un’interruzione anzitempo dei meccanismi che danno supporto finanziario al mercato (in particolar modo lo sconto in fattura e la cessione del credito d’imposta) andrebbe oltremodo a penalizzare i settori coinvolti e che da pochi mesi stanno veramente iniziando a operare (con particolare riferimento ai comparti dell’edilizia, serramenti, termico ed elettrico).

Per questo – sottolinea l’Associazione – riteniamo che sia fondamentale, in parallelo all’estensione e alla stabilizzazione al 2024 delle detrazioni per le ristrutturazioni e l’ecobonus, mantenere sino a tale data anche la cessione del credito d’imposta e lo sconto in fattura. Tali meccanismi infatti non alterano le dinamiche di prezzo in quanto mantengono una quota di costo a carico del contribuente, ma danno ai cittadini quel supporto finanziario che è necessario per la scelta dell’investimento.

Per lo sviluppo di una edilizia sostenibile – conclude la lettera – non è sufficiente fare provvedimenti di grande impatto a breve periodo, ma servono anche provvedimenti che a regime consentano l’esecuzione degli interventi a costi semplicemente sostenibili e questo sarà possibile solo con l’estensione dello sconto in fattura e della cessione del credito d’imposta per l’ecobonus e ristrutturazione/fotovoltaico.

 

Previous articleRenergetica, siglato contratto di sviluppo con Enel Green Power Italia
Next articleAuto elettrica: Great Wall lancia in Thailandia la nuova Ora Good Cat