Italia Solare chiede proroga delle procedure per la Valutazione di Impatto Ambientale

Italia Solare ha scritto al ministero dello Sviluppo Economico per chiedere che venga garantita, per chi ne fa richiesta, la validità delle vecchie procedure di autorizzazione VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) fino al momento in cui verrà costituita la nuova Commissione VIA statale.

Come riporta la nota pubblicata sul sito dell’associazione che rappresenta l’intera filiera dell’industria fotovoltaica, il motivo della richiesta nasce dal fatto che tra il momento del trasferimento della competenza al ministero della Transizione Ecologica per la valutazione di impatto ambientale e il momento in cui è costituita la Commissione VIA statale speciale può passare anche molto tempo.

L’associazione ritiene inoltre importante permettere, a chi ne fa istanza, la rinuncia alle procedure ambientali regionali per instaurare quelle statali mantenendo però valide la connessione e la domanda di autorizzazione unica.

Tuttavia alcune Regioni, si legge nella lettera, hanno sviluppato efficienti procedure di autorizzazione e si sono dotate di un’adeguata organizzazione per le istruttorie. Si ritiene pertanto conveniente mantenere operative tali organizzazioni per i proponenti che lo ritengano opportuno. La tematica è molto sentita dagli operatori, tanto che Italia Solare ha proposto alla commissione parlamentare preposta due emendamenti al DL 77/2021.

Previous articleEnel X e Volkswagen, accordo per aumentare la mobilità elettrica in Italia
Next articleImpianti idroelettrici di Erg: A2A in prima fila per l’acquisizione