Irlanda, centrale a carbone trasformata in un hub di energia verde

L’Electricity Supply Board (ESB), compagnia elettrica statale che opera in Irlanda, ha annunciato l’intenzione di trasformare la propria centrale a carbone di Moneypoint, nella contea di Clare. Nell’ambito del nuovo programma Green Atlantic@Moneypoint, il sito sarà pertanto trasformato in un hub di energia verde, aiutando l’Irlanda a diventare un leader nella produzione di energia verde. Lo riferisce il quotidiano Irish Times (nella foto il rendering del progetto).

Oltre alla riqualificazione in sé del sito, è prevista la realizzazione di un parco eolico offshore galleggiante da 1,4 GW.

Green Atlantic@Moneypoint, nel dettaglio, è un programma di investimenti destinati al prossimo decennio, che non potrà che diventare una grande opportunità per nuovi posti di lavoro. Il parco eolico offshore galleggiante di ben 1.400 MW sarà sviluppato al largo delle contee di Clare e Kerry da ESB e dai partner della joint venture Equinor, tra i leader  nella tecnologia eolica galleggiante. Una volta completato, il parco eolico sarà in grado di alimentare più di 1,6 milioni di case in Irlanda.

Con l’Irlanda che importa l’80% della sua energia (petrolio, carbone e gas), questo investimento punta a capovolgere questa percentuale, consentendo al paese di diventare un esportatore attivo di energia rinnovabile” ha commentato la notizia l’Irish Times.

 

 

Previous articleCorea del Sud, un maxi parco eolico offshore per raggiungere la carbon neutrality
Next articleAleo solar annuncia nuovo modulo da 400W e un’espansione della capacità produttiva