Iren si aggiudica il Capacity Market di Terna

Si è conclusa l’asta del Capacity Market di Terna in cui Iren è risultata assegnataria di due nuovi impianti di accumulo con batterie in Sardegna. Con tale assegnazione, la multiutility si conferma tra i principali player nazionali dotati di impianti di accumulo elettrico: la capacità installata al 2024 – riporta un comunicato – sarà infatti di 78 Mw ripartiti su cinque impianti in Piemonte, Lombardia e Sardegna, erogando i servizi previsti da Capacity Market e Fast Reserve.

Il Capacity Market è una procedura competitiva con cui Terna assicura l’adeguatezza del sistema elettrico nazionale, facendo combaciare le stime di consumo con le produzioni degli impianti esistenti e nuovi, a tutela della continuità dell’erogazione dell’elettricità su tutto il territorio italiano. I nuovi impianti di Iren entreranno in esercizio nel 2024 e per quindici anni saranno a disposizione di Terna per garantire il bilanciamento della rete. Le batterie sono sistemi in grado di fornire sostegno alla rete elettrica, in continuo ammodernamento per aumentare la quantità di energia prodotta da fonti rinnovabili.

Secondo il Piano Nazionale Integrato Energia Clima, la crescita delle produzioni da fonti rinnovabili dovrà essere accompagnata da nuovi sistemi di accumulo elettrico in grado di garantire stabilità alla rete, sopperendo alla intermittenza delle produzioni da fonte solare ed eolica. Iren realizzerà in Sardegna due nuove batterie, rispettivamente di 40 Mw e 8 Mw, nei comuni di Bolotana e Guspini. Il premio che riceveranno grazie all’assegnazione nel Capacity Market sarà pari a oltre 1,1 milioni di euro all’anno, per un periodo di 15 anni a partire dal 2024. Questi impianti innovativi offriranno un contributo fondamentale per l’isola nel processo di decarbonizzazione, facilitando inoltre lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili.

Con l’assegnazione del Capacity Market – specifica il comunicato – Iren conferma il ruolo di player di rilevanza nazionale per lo storage elettrico: una batteria è già in funzione presso la centrale termoelettrica di Torino Nord, e altre due sono in fase di realizzazione presso le centrali di Moncalieri e Turbigo. Il Piano Industriale di Iren prevede l’installazione di 300 Mw di accumuli elettrici entro il 2030.

Nell’asta del Capacity Market sono stati inoltre assegnati 7 Mw di capacità, con premio pari a 70 mila euro per 15 anni, a fronte di un investimento che sarà realizzato sugli impianti di cogenerazione di Moncalieri. La nuova capacità sarà ottenuta apportando alcune migliorie tecniche alle turbine a gas, che consentiranno anche di aumentare l’efficienza complessiva dell’impianto, con conseguente riduzione delle emissioni in atmosfera. Relativamente alla capacità esistente dell’attuale parco impianti tradizionale di Iren, per l’anno 2024 sono stati contrattualizzati in asta 1.861 Mw al premio di 33 mila euro a Mw.

Previous articleEnel X e Università Roma Tre lanciano l’Osservatorio Cibo ed Economia Circolare
Next articleLG esce da dal mercato del fotovoltaico