Intelligent Distribution, la soluzione di ABB per la gestione energetica delle imprese

ABB ha comunicato il lancio di Intelligent Distribution, un sistema di soluzioni scalabili, integrate e interconnesse, che favoriscono l’evoluzione degli impianti elettrici di ogni tipo di infrastruttura, permettendo di prenderne il pieno controllo in termini di efficienza e produttività.

Si tratta – riporta una nota della multinazionale – di un sistema di soluzioni basato sulla connessione di dispositivi in rete che, grazie alla gestione dei dati in cloud, offre la possibilità di attivare strategie di ottimizzazione dei consumi, di gestione dei carichi e di efficienza degli impianti, grazie anche a programmi di manutenzione predittiva. Tutti elementi che garantiscono un rapido ritorno dell’investimento. Il sistema è espandibile e adattabile progressivamente nel corso del tempo, permettendo di integrare e non vanificare gli investimenti già sostenuti.

Con Intelligent Distribution la distribuzione elettrica diventa un asset valorizzato che garantisce efficienza energetica, ottimizzazione dei consumi, riduzione dei costi e continuità di servizio, con una soluzione scalabile e implementabile nel tempo. Questo, riporta la nota, perchè il panorama energetico e produttivo è in forte evoluzione, grazie all’ammodernamento delle reti elettriche a livello globale, spinto dalla privatizzazione del mercato elettrico del nostro Paese, dalla digitalizzazione e da una maggiore attenzione alla sostenibilità e alle fonti rinnovabili.

“In questo contesto, Intelligent Distribution di ABB rappresenta per le aziende, dalle PMI alle grandi realtà, un’opportunità per innovare radicalmente i propri impianti elettrici consentendo loro di esercitare, in piena consapevolezza, il controllo energetico delle proprie attività.” – ha commentato Gianluca Lilli, responsabile della business area Electrification per l’Italia. – “Scalabilità, accessibilità e alto livello di digitalizzazione sono i tratti distintivi di queste soluzioni che permettono alle aziende di aumentare la propria competitività trasformando la gestione energetica da voce di costo a centro di profitto, con un occhio alla sostenibilità ambientale e a sviluppi futuri con integrazione di fonti rinnovabili e scambi energetici sulla rete”.

Previous articleEnertronica Santerno, inverter per il più grande impianto FV in Colombia
Next articleEnel, ulteriore riduzione delle emissioni di gas per il 2030