Il Decreto Agosto è legge: novità per il Superbonus 110%

Venticinque miliardi per dare una spinta all’economia e cercare di non soccombere all’emergenza Covid: il Decreto Legge c.d. Agosto incassa il via libero definitivo del Parlamento dopo aver ottenuto il voto di fiducia alla Camera con 294 sì e 217 voti contrari (due soli gli astenuti). Blindato l’iter a Montecitorio, il provvedimento è stato ampliato nel corso dell’esame in Senato, dove, tra le altre cose, si è deciso di semplificare il Superbonus 110%.

Il Decreto prevede dunque modifiche all’iniziativa per ciò che concerne gli interventi destinati ai lavori di efficientamento energetico sugli edifici. In particolare, nella fase di conversione in legge del decreto sono state tre le modifiche. A conferma di quanto trapelato nei giorni scorsi.

La prima ha recepito la richiesta di estendere la definizione di «accesso autonomo», in modo da ritenere edifici unifamiliari tutti quegli edifici che hanno un accesso indipendente anche da aree comuni esterne.

Un ulteriore emendamento stabilisce che le difformità urbanistiche e catastali di singole unità abitative non pregiudicano la possibilità di ottenere il credito di imposta sui lavori relativi alle parti comuni di edifici plurifamiliari.

La terza novità riguarda i quorum assembleari in condominionecessari a richiedere un finanziamento bancario, nonché a esercitare l’opzione dello sconto in fattura o della cessione del credito. Per procedere sarà sufficiente la maggioranza di un terzo dei millesimi di proprietà dell’edificio, anziché dei due terzi finora richiesti, affinché la delibera sia valida è tuttavia necessario che all’assemblea sia presente un numero di condomini rappresentativo della maggioranza dei millesimi dell’edificio.