Seri Industrial, finanziamento da CDP per supportare il piano di crescita

Seri Industrial, azienda specializzata nel settore degli accumulatori di energia e dei materiali plastici, ha sottoscritto con Cassa Depositi e Prestiti un contratto di finanziamento di complessivi 10 milioni di euro, assistito da Garanzia Italia di SACE, emessa digitalmente e in tempi brevi.

Il finanziamento, con durata 6 anni, è strumentale al completamento di investimenti finalizzati alla crescita del Gruppo Seri Industrial, in particolare per sostenere il piano industriale della controllata FIB Srl, che produce e ricicla a marchio FAAM gli accumulatori elettrici al piombo e al litio e costruisce gli impianti per il recupero delle batterie a fine vita. La società controlla l’intera supply chain con una forte integrazione verticale, infatti, il processo rappresenta un vero e proprio esempio virtuoso di economia circolare.

Seri Industrial, con headquarter situato a San Potito Sannitico (Ce) e con una forte vocazione internazionale, opera in tutto il mondo con 14 stabilimenti in 2 continenti (di cui 10 in Italia, 2 in Francia, 1 in Polonia e 1 in Cina), dove impiega complessivamente 800 collaboratori ed è leader di mercato nella produzione di batterie.

Quotato sul segmento MTA di Borsa Italiana, il Gruppo ha registrato un fatturato 2019 pari a 147 milioni di euro ed è un esempio concreto di circular economy per la capacità di dare “seconda vita” ai materiali riciclati. Opera sul mercato tramite due business unit: i) la divisione SERI PLAST attiva nella produzione e nel riciclo di materiali plastici per il mercato delle batterie, l’automotive ed il settore idro-termosanitario ii) la divisione FAAM attiva nella produzione e nel riciclo di batterie al piombo e al litio per applicazioni trazione industriale, storage, specialties e avviamento, oltre che nella progettazione e costruzione di impianti per il riciclo di accumulatori a fine vita. Da sempre FAAM sviluppa soluzioni customizzate con standard qualitativi d’eccellenza, con soluzioni innovative e tailor-made per applicazioni speciali.

Nunzio Tartaglia, Responsabile Divisione CDP Imprese ha così commentato: “Siamo soddisfatti di poter sostenere i piani di investimento di aziende come il Gruppo Seri Industrial che rappresenta un’eccellenza del tessuto imprenditoriale del nostro Mezzogiorno. Un’azienda che ha fondato la propria crescita su temi molto a cuore al Gruppo CDP, quali ad esempio, la sostenibilità energetica, l’economia circolare e l’energia Green, e che rappresenta un punto di riferimento sia a livello settoriale che territoriale’’.

È fondamentale in questa fase particolarmente complessa garantire liquidità alle aziende che stanno affrontando con coraggio le conseguenze della diffusione del Covid-19 e realizzano nuovi investimenti.” – ha dichiarato Simonetta Acri, Chief Mid Market Officer di SACE – “Siamo molto orgogliosi come SACE di aver sostenuto attraverso Garanzia Italia i piani di crescita di un’azienda come Seri Industrial, che da leader di mercato promuove soluzioni innovative e nuovi modelli di business, sempre più sostenibili e a basso impatto ambientale. Temi estremamente attuali non solo per lo sviluppo di Seri ma anche per la ripartenza economica del territorio e del Paese”.

Esprimiamo soddisfazione per la fiducia che Cdp ha avuto nei nostri confronti, riconoscendo la solidità della nostra realtà e la validità dei progetti in corso.” – ha commentato l’amministratore delegato di Seri Industrial, Ing. Vittorio Civitillo – “Spero che questa operazione sia solo il primo step per costruire una collaborazione duratura con Cdp, per supportare i nostri progetti di crescita, che prevedono ulteriori investimenti e conseguente crescita dimensionale, rafforzando la value position sul mercato italiano ed internazionale, sempre più attento ai temi di economia circolare e utilizzo di energia Green, tema centrale anche nel Framework Energetico della Comunità Europea”.

Previous articleIl Decreto Agosto è legge: novità per il Superbonus 110%
Next articleAskoll EVA, 200 scooter elettrici a BIT Mobility per lo sharing a Firenze