Iberdrola, accordo da 8,3 mld di dollari per l’acquisizione di PNM Resources

Iberdrola, società spagnola specializzata nel settore dell’elettricità e delle rinnovabili, ha raggiunto un accordo da 8,3 miliardi di dollari per l’acquisizione di PNM Resources, compagnia energetica statunitense attiva nella distribuzione dell’energia in New Mexico e Texas. Lo rende noto il Financial Times.

L’accordo, scrive il noto quotidiano americano, renderà la divisione americana di Iberdrola uno degli attori più grandi nel settore delle energie rinnovabili e delle utilities in tutti gli Stati Uniti. In seguito all’accordo di acquisizione, PNM si fonderà con il ramo nordamericano di Iberdrola –  Avangrid – che diventerà così una delle aziende di servizi pubblici più grandi di tutta la nazione, presente in sei stati americani. Oltre a questo, Avangrid diventerà anche la terza maggiore compagnia di energie rinnovabili nel paese, con operazioni in ventiquattro stati.

Iberdrola ha dichiarato l’intenzione di spendere 10 miliardi di dollari nel 2020 per aumentare la sua proiezione globale nel settore delle rinnovabili. Dall’inizio della pandemia di coronavirus la compagnia ha già annunciato otto transazioni diverse, e ha descritto la fase di crisi come un’opportunità imperdibile per l’industria energetica di rinnovare sé stessa.

 

 

 

 

 

Previous articleTesmec, contratto da 15 milioni con Terna per le sottostazioni di alta tensione
Next articleSuperbonus, il familiare convivente può detrarre anche se non proprietario immobile