Gse, oltre 15 miliardi per supportare la green economy e lo sviluppo sostenibile

Da oltre un anno, il Gestore dei servizi energetici (Gse) è sempre più impegnato nella promozione della cultura della sostenibilità, anche agevolando le azioni sinergiche in grado di accelerare e facilitare gli investimenti virtuosi e il raggiungimento degli obiettivi ambientali ed energetici disegnati dall’Europa e recepiti via via dall’Italia.

Nel 2020 – riporta un articolo de Il Sole 24 Ore – il  Gse ha reso possibile, con il proprio supporto, l’attivazione di 2,2 miliardi di euro di nuovi investimenti nell’economia “verde” e la messa in pista di oltre 15 miliardi di euro di risorse destinate alla promozione della sostenibilità, di cui la voce più importante è rappresentata dagli 11,9 miliardi di incentivi per l’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, seguita da 1,1 miliardi per l’efficienza energetica e per le rinnovabili termiche, nonché da un miliardo dedicato ai biocarburanti.

Un impegno consistente – sottolinea il quotidiano economico, ben sintetizzato dai numeri contenuti nel Rapporto attività 2020 che ogni anno scatta una fotografia puntuale del contributo crescente del Gse alla svolta sostenibile del Paese.

Accanto a questo, inoltre, va annoverato anche l’apporto della società presieduta da Francesco Vetrò al percorso di decarbonizzazione della penisola: basti pensare che l’energia elettrica generata da fonti rinnovabili e i risparmi energetici indotti dagli interventi di efficientamento che rinviano allo sforzo profuso dal Gse, hanno evitato l’emissione in atmosfera di 42 milioni di tonnellate di anidride carbonica, pari al consumo di 109 milioni di barili di petrolio.

Previous articleFronius lancia il nuovo inverter Tauro per impianti FV commerciali
Next articleCampari, parte del riacquisto delle azioni è destinata a progetto FV