Fortum acquista Crisolteq e si rafforza nel riciclaggio delle batterie al litio

Fortum – compagnia energetica finlandese – ha acquisito l’intera partecipazione della connazionale Crisolteq, specializzata nel riciclaggio di metalli preziosi in batterie agli ioni di litio. L’investimento rafforza la posizione di Fortum nel settore in Europa.

Una nota riporta che le note di vendita di Crisolteq durante l’ultimo anno fiscale sono state pari a 2,1 milioni di EUR . Le parti hanno concordato di non divulgare il prezzo di acquisizione.

Crisolteq ha sviluppato un processo di riciclaggio idrometallurgico unico che consente un tasso di recupero di oltre l‘80% per le batterie agli ioni di litio (rispetto all’attuale tasso di circa il 50%). Nel processo idrometallurgico il cobalto, il manganese e il nichel vengono recuperati dalle batterie. I metalli preziosi vengono poi consegnati a un produttore per essere utilizzati nella configurazione di nuove batterie.

L’elettrificazione della nostra società aumenterà in modo significativo la domanda di batterie in futuro. Crediamo fortemente nel processo idrometallurgico sviluppato da Crisolteq. Il riciclaggio di metalli preziosi riduce il carico ambientale delle batterie dei veicoli elettrici“, ha affermato Kalle Saarimaa, Vice Presidente Fortum.

Crisolteq ha un impianto di riciclaggio idrometallurgico su scala industriale ad Harjavalta, in Finlandia. Inoltre, la società ha uno stabilimento di produzione a Tornio e un dipartimento di attività di ricerca e sviluppo a Raisio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here