Batterie al litio trasferite via treno con container refrigerati

La società ferroviaria russa TransContainer ha avviato un collegamento dedicato ai materiali pericolosi di Classe 9 dalla Corea del Sud alla Polonia, usando container refrigerati su nave e treno.

A viaggiare lungo questo nuovo collegamento ferroviario saranno spedizioni di batterie al litio tra il porto di Vostochny e Brest. La gamma è quella della società sudcoreana LG Chem. 

Le batterie al litio sono considerate un carico molto pericoloso perché possono incendiarsi e bruciare con una forte intensità, per questo motivo TransContainer ha deciso di proporre il treno e caricare le batterie in contenitori a temperatura controllata, prevenendo così l’autocombustione.

Il treno è partito il 21 gennaio dal molo del porto russo di Vostochny gestito dalla Vostochnaya Stevedoring Company (Global Ports), che è un terminale della Transiberiana. I container carichi di batterie al litio sono arrivati via mare dal porto sud-coreano di Pusan e sono stati caricati sul convoglio che, attraverso la Russia e la Bielorussia, arriverà nello scalo polacco di Brest, per proseguire verso quello di Małaszewicze. I container sono tenuti a temperatura controllata tramite l’uso di gruppi di continuità.

Prima di avviare questo servizio regolare, che ha frequenza di un viaggio alla settimana, TransContainer ha compiuto un primo viaggio sperimentale a dicembre 2019, impegnando 19 giorni tra Pusan e Małaszewicze. La società ferroviaria russa opera questo servizio in collaborazione con Pantos Logistics. Il mittente nel porto è la compagnia “FNS SNG”.