Energy si quota a Piazza Affari

Energy, società veneta attiva nell’offerta di sistemi integrati di accumulo di energia (Energy Storage System, ESS), ha annunciato la propria intenzione di quotarsi su Euronext Growth Milan (EGM), il mercato di Piazza Affari dedicato alle PMI ad alto potenziale di crescita. L’offerta sarà totalmente in aumento di capitale e composta da azioni ordinarie di nuova emissione, da realizzarsi con un collocamento rivolto esclusivamente a investitori istituzionali qualificati in Italia e all’estero. I proventi dell’IPO saranno rivolti allo sviluppo e all’accelerazione del piano di crescita già avviato dalla società, all’allargamento dell’offerta commerciale a sistemi di maggiori dimensioni e al supporto dell’espansione internazionale.

Fondata nel 2013 da Davide Tinazzi, Andrea Taffurelli e Massimiliano Ghirlanda, Energy progetta e commercializza sistemi avanzati di accumulo di energia, costituiti da più componenti forniti da partner tecnologici internazionali e integrati dalla società anche con l’utilizzo di un software proprietario. Inoltre, sta provvedendo ad internalizzare alcune fasi produttive strategiche dei componenti utilizzati, con l’obiettivo di divenire un full system integrator, presidiando tutta la filiera dei sistemi avanzati di accumulo di energia.

Al 31 dicembre 2021, i ricavi di Energy sono stati pari a euro 51,5 milioni (in forte crescita rispetto ai 20,2 milioni di euro dell’esercizio 2020), con un EBITDA di 10,4 milioni di euro (pari al 20% sui ricavi). Ad oggi, sono oltre 15.000 gli impianti venduti da Energy e già installati sul territorio nazionale, dedicati al mercato residenziale, commerciale, industriale, alle utilities e alla mobilità elettrica.

Oggi si compie un passo fondamentale nella strategia di crescita globale dell’azienda.” – ha commentato Davide Tinazzi, co-fondatore e AD – “Siamo determinati e convinti che il mercato offra enormi potenzialità e ci permetta di cavalcare i trend di settore più interessanti, dall’estensione del modello di business a una produzione ESS (Energy Storage Systems) completamente integrata. L’obiettivo della quotazione in Borsa è per noi un’opportunità per dare un impulso ancor maggiore allo sviluppo in Italia e all’estero“.

Tra i progetti realizzati più importanti della società ci sono il grande impianto a Comiso, in Sicilia, composto da una struttura agrivoltaica e un campo fotovoltaico; il grande impianto dedicato al CAAB di Bologna; le Smart Grids presso numerosi comuni in Sardegna e in Veneto, una Comunità Energetica di Condominio in Svizzera dove i singoli snodi si scambiano energia secondo il fabbisogno.

Nell’ambito dell’offerta, UniCredit e Stifel Europe Bank agiscono in qualità di Joint Global Coordinators e Joint Bookrunners. Stifel Europe Bank agisce, inoltre, in qualità di Euronext Growth Advisor e Specialist ai fini dell’ammissione a quotazione delle Azioni. La Compagnia Holding Merchant Bank ha il ruolo di Advisor Finanziario.

Previous articlePalermo, quaranta nuove colonnine per la ricarica delle auto elettriche
Next articleNasce a Cassino nuova gigafactory per produzione batterie al litio