Energia, Girotto (M5S): “Rinnovabili migliore soluzione, uniche a meritare ingresso in tassonomia”

Riguardo alla tematica dell’adozione dell’Atto delegato UE riguardante il ruolo del nucleare e del gas naturale nella transizione energetica, riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota di Gianni Girotto, Presidente della Commissione Industria e Commercio del Senato. Nota diffusa dopo l’audizione del Ministro Cingolani in Commissione.

Mi fa piacere che il Ministro Cingolani abbia confermato che le rinnovabili sono il futuro e una priorità per l’Italia e per l’Europa per ridurre i costi dell’energia. Sulla tassonomia, invece una riflessione va fatta. È chiaro che l’Atto delegato complementare su gas e nucleare abbia dovuto tenere conto delle diversità, nell’approvvigionamento energetico dei vari Stati membri per essere il più possibile inclusivo, ma è mancato su di esso il ragionamento per tagliare la testa al toro: che il gas inquini meno del carbone e che il nucleare sia poco emissivo non ci voleva un Atto delegato per spiegarlo.

È assurdo però che non sia stato fatto un confronto con le best technologies, le migliori tecnologie. Se non esistessero le Rinnovabili, allora l’impianto del ragionamento avrebbe anche potuto reggere. Ma per l’appunto le Rinnovabili non solo esistono, ma sono anche le più veloci, le più sicure, le più economiche e funzionali. Ecco perché in tassonomia avrebbe senso che ci fossero solo loro, la tecnologia migliore che mi risolve capra e cavoli. È questo il ragionamento che in Europa è mancato. Mi auguro che il Governo su questo prenda una posizione netta“.

Previous articleMITE, al via la commissione tecnica Pnrr-Pniec
Next articleFloating Energy Alliance, ecco il progetto eolico in acque scozzesi