Enel presenta Gridspertise, la società dedicata alla trasformazione digitale delle reti elettriche

Gridspertise – presentata nei giorni scorsi – è una nuova controllata del Gruppo Enel che si dedicherà interamente ad aiutare i Gestori dei sistemi di distribuzione (DSO) a realizzare una nuova era di reti intelligenti sostenibili e affidabili per tutti.

Siamo orgogliosi di lanciare Gridspertise, a cui affidiamo il nostro solido patrimonio di trasformazione delle reti di distribuzione in smart grid in tutto il mondo.” – ha dichiarato Francesco Starace, CEO e Direttore Generale di Enel – “La transizione energetica deve basarsi su elettricità rinnovabile distribuita in modo efficiente da reti intelligenti, aperte a tutti i player del settore energetico disposti a costruire con noi un futuro interamente elettrico. Le smart grid affidabili e flessibili sono il principale fattore abilitante che contribuirà al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione ed elettrificazione profonda, aprendo la strada verso un futuro a zero emissioni nette.”

La nuova iniziativa – ha sostenuto Antonio Cammisecra, Direttore della business line Enel Global Infrastructure and Networks – raccoglie le competenze uniche che Enel ha maturato digitalizzando progressivamente in tutto il mondo le sue reti costituite da oltre 2,2 milioni di km di linee elettriche, monitorate da centinaia di migliaia di punti di telecontrollo. Enel vanta 20 anni di esperienza nel campo degli smart meters grazie a progetti di roll-out imponenti per un totale di oltre 44 milioni di dispositivi attivi connessi alle sue reti, oltre a una gestione digitale efficiente di oltre 30 milioni di field operations eseguite ogni anno nelle 13 società di distribuzione attive in otto paesi. Tale patrimonio di esperienza e competenza garantisce che tutte le soluzioni che Gridspertise offrirà saranno affidabili e collaudate su larga scala,

La mission di Gridspertise – ha affermato Robert Denda, CEO di Gridspertise – è diventare il partner di fiducia per i DSO di tutto il mondo. La società aiuterà le società di distribuzione elettrica di qualsiasi dimensione e in qualsiasi regione nel roll-out di soluzioni di smart grid integrate al fine di soddisfare le esigenze in continua evoluzione di utenti della rete e clienti finali di elettricità”.

Il portafoglio di prodotti e servizi di Gridspertise – riporta un comunicato di Enel – evidenzia l’impegno della società a fornire soluzioni innovative, circolari, solide e testate sul campo su larga scala, concepite per creare valore.

Gridspertise si rivolgerà principalmente ai mercati dell’Europa e dell’America Latina, dove il Gruppo Enel ha già una presenza consolidata e mira a espandersi verso il Nord America e la regione Asia-Pacifico dove, nel breve termine, sarà l’investimento in smart grid a trainare i progetti di upgrade delle infrastrutture.

Le soluzioni e i servizi proposti da Gridspertise garantiscono vantaggi all’intero ecosistema elettrico. I DSO possono migliorare la qualità del servizio, ridurre i costi operativi, ottimizzare gli investimenti nelle nuove infrastrutture e potenziare la sicurezza operativa sul campo, la produttività e la sostenibilità. Gli stakeholder della rete, o coloro che hanno accesso all’infrastruttura per sviluppare modelli di business legati all’elettricità, possono beneficiare della trasformazione delle reti in piattaforme aperte alle risorse energetiche distribuite e facilitare lo sviluppo del mercato dei servizi energetici, anche in termini di flessibilità ed elettrificazione degli usi finali.

I clienti finali dei DSO, d’altra parte, beneficiano di una maggiore affidabilità della fornitura elettrica, che facilita l’elettrificazione completa dei consumi energetici, favorisce l’efficienza energetica grazie a un migliore controllo dei dati, e consente loro di partecipare ai mercati dell’energia rendendo più agevole la loro trasformazione in prosumers, grazie all’integrazione dell’accumulo stazionario individuale o la partecipazione a schemi di aggregazione con i loro veicoli elettrici.

 

 

 

 

Previous articleBayWa r.e. commissiona in Svezia parco eolico da 94,6 MW
Next articleBluefield e Arcano Capital, co-investimento per risanare impianti FV in Italia