Enel, il piano strategico 2020-2022 avrà un’impronta “green”

Enel, in linea con le tendenze che stanno caratterizzando lo spazio delle utility nel contesto della transizione energetica, ha comunicato di aver focalizzato la strategia del nuovo piano 2020-2022 sul raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

La società ha annunciato che gli investimenti organici totali per il periodo di piano ammontano a 28,7 miliardi di euro, con un incremento dell’11% rispetto al piano precedente (25,9 miliardi), conseguendo così l’obiettivo del gruppo di raggiungere la totale decarbonizzazione del mix di generazione entro il 2050.

Il 50% del capex sarà dedicato agli investimenti in decarbonizzazione del parco impianti a livello globale con 14,4 miliardi di euro per accelerare la realizzazione di nuova capacità rinnovabile. Circa 13 miliardi saranno dedicati per rafforzare la resilienza e migliorare la digitalizzazione, l’efficienza e la qualità delle reti; circa 1 miliardo sarà investito principalmente su nuovi servizi per l’elettrificazione, quali demand response, sistemi di accumulo e mobilità elettrica.

Anche il piano 2020-2022 si basa sul modello di business sostenibile che abbiamo costruito ed è in linea con i due trend globali che stanno cambiando il settore energetico: decarbonizzazione ed elettrificazione. La digitalizzazione del nostro vasto business di rete e l’adozione di piattaforme per tutte le attività relative ai nostri clienti sono fattori chiave di questo piano, promuovendo la realizzazione di efficienze e l’introduzione di servizi aggiuntivi“, ha commentato Francesco Starace, amministratore delegato di Enel, sottolineando che “il 2019 ha segnato un punto di svolta per le dinamiche di trasformazione del settore energetico a livello globale e ci aspettiamo un’accelerazione dei trend di decarbonizzazione ed elettrificazione nei prossimi anni“.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here