Emrod, sviluppato sistema di elettricità senza fili anche per auto elettriche

La start-up neozelandese Emrod ha sviluppato il primo sistema per trasmettere elettricità senza fili a lungo raggio. Potrebbe diventare un’alternativa ai tradizionali cavi elettrici e, in un futuro, la chiave per alimentare auto elettriche senza grandi batterie.

La soluzione di Emrod ha convinto il distributore elettrico Powerco, e prevede una tecnologia in grado di spostare grandi quantità di energia elettrica tra due punti qualsiasi che possono essere uniti con dei ripetitori di linea.

Emrod ha già un prototipo funzionante, ma ne sta costruendo uno per Powerco che fornirà soli pochi kilowatt ma che, a detta della società di Auckland, può essere scalato con molta facilità.

La tecnologia di EMROD utilizza un’antenna trasmittente, una serie di ripetitori e una rectenna ricevente (un’antenna rettificatrice in grado di convertire l’energia a microonde in elettricità). Ciascuno di questi componenti appare come un pannello quadrato montato su un palo. Maggiore è la superficie del pannello, superiore è la potenza di trasmissione e la distanza che può coprire. I fasci di onde elettromagnetiche utilizzano la banda di frequenza industriale, scientifica e medica non ionizzante comprese le frequenze comunemente utilizzate in Wi-Fi e Bluetooth. La potenza viene irradiata direttamente tra punti specifici, senza radiazioni diffuse e dispersioni di energia elettrica.

Emrod afferma che il sistema funziona in qualsiasi condizione atmosferica, comprese pioggia, nebbia e polvere, e la distanza di trasmissione è limitata solo dalla linea di vista tra ogni ripetitore, dandogli la possibilità di trasmettere potenza per migliaia di chilometri a una frazione dei costi di infrastruttura, dei costi di manutenzione e dell’impatto ambientale che una soluzione cablata impone.

Emrod, in definitiva, vede l’elettricità senza fili come una tecnologia chiave per l’energia rinnovabile, che spesso viene generata lontano da dove è necessaria e che si serve di canalizzazioni o grandi batterie di stoccaggio.