EGO Energy, sprechi ridotti con il monitoraggio da remoto dei dati energetici

La gestione intelligente dei dati energetici, realizzata grazie a un servizio di monitoraggio disponibile da una sala controllo remota, permette di ottimizzare la rendicontazione dei certificati bianchi e ridurre gli sprechi. Sono risultati concreti di come siano possibili servizi di efficienza energetica anche in situazioni di emergenza sanitaria.

A riguardo, EGO Energy – società del Gruppo EGO e operatore integrato del mercato dell’energia – comunica di aver investito da anni nello sviluppo di un servizio di supporto al cliente, che sfrutta la potenzialità di piattaforme e sistemi di Intelligenza Artificiale, per la gestione dei dati energetici con l’obiettivo di migliorare la redditività degli impianti di generazione di energia rinnovabile. Dalla propria “control room” è infatti possibile per EGO gestire in modo intelligente l’infrastruttura energetica di un’azienda confrontando in ogni momento i consumi con dati storici per evidenziare eventuali anomalie e potere intervenire in tempi brevi.

Il comunicato della società riporta alcuni esempi. Il primo si riferisce a un confronto automatico dei dati di consumo di gas con le fatture ricevute da cui si è rilevata una discrepanza di circa 44.000 m3, con impatto sulla bolletta di oltre 10.000 euro a sfavore del cliente, azienda che opera nel settore della carta. Dati alla mano è stato possibile fa recuperare all’azienda l’intero importo, ammortizzando velocemente il costo del servizio di monitoraggio.

Il secondo esempio è relativo alla rendicontazione dei certificati bianchi CAR, che per un’azienda con un impianto di cogenerazione ad alto rendimento sono un importante strumento per recuperare l’investimento. I certificati devono essere rendicontati ogni anno presentando i dati di consuntivo annuale, ma limitarsi a indicazioni di misura di un preciso momento dell’anno, quindi statiche, può essere penalizzante, infatti qualora non si fossero identificate per tempo eventuali inefficienze il consuntivo potrebbe essere di molto inferiore alle aspettative. Un servizio di monitoraggio dinamico, quindi attivo anche da remoto 24 ore su 24, permette di evidenziare, grazie al confronto automatico in tempo reale. l’efficienza attuale dell’impianto con i dati storici, con la possibilità di intervenire senza che l’inefficienza mini per un lungo periodo il ritorno previsto dell’investimento.

A distanza di circa sedici anni dall’introduzione dei Titolo di Efficienza Energetica, di circa dieci anni dall’introduzione dei Certificati Bianchi CAR, e di sei anni dalla direttiva UE 27/2012, che imponeva la diagnosi energetica obbligatoria ogni 4 anni, è necessario fare un passo in più: avere una visione più ampia dell’impatto dell’energia sul budget aziendale, per avere una correlazione immediata fra consumi energetici e produttività aziendale, informazioni utili per misurare la sostenibilità delle aziende e ottimizzare la gestione di impianti di autoproduzione energetica” – afferma Luigi Parodi, Energy Efficiency Manager in EGO Energy – “Il nostro sistema di monitoraggio, frutto di anni di investimento in tecnologia atta a valorizzare al meglio l’energia consumata e/o prodotta, è oggi disponibile anche per le aziende industriali”.

.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here