E.ON e Volkswagen, la colonnina di ricarica è ottimizzata con batteria di accumulo

Volkswagen Group Components e E.ON – tra i più grandi operatori energetici al mondo a capitale privato – hanno presentato ad Essen, in Germania, un prototipo di una nuova stazione flessibile di ricarica ultra-rapida per auto elettriche. La novità consiste nella presenza di una batteria di accumulo all’interno della colonnina stessa, soluzione che rende l’installazione di questa tipologia di punti di ricarica molto più semplice, senza interventi di ingegneria civile o di connessione alla rete elettrica. Con anche costi molto più bassi.

Questi punti di ricarica – riporta un comunicato – vengono installati secondo il principio plug & play. Questo significa che basterà la posa, la connessione e la configurazione online della colonnina. Ogni singolo punto di ricarica potrà servire contemporaneamente due auto elettriche con una potenza di ricarica fino a 150 kW. E per fare in modo che la batteria interna sia sempre carica, la colonnina sarà alimentata da una connessione convenzionale da 16 – 63 ampere.

Le stazioni di ricarica di E.ON saranno alimentate esclusivamente da energia pulita. Gli aggiornamenti del software, la manutenzione da remoto e la fatturazione saranno gestiti tramite la piattaforma centrale di E.ON. Trattasi di una delle prime applicazioni pratiche del progetto del costruttore tedesco che aveva sviluppato punti di ricarica dotati di batteria.

.

Previous articleLe celle a combustibile di SFC Energy alimentano stazione di campo al Polo nord
Next articleFotovoltaico, divisione dell’algerina Condor smentisce crisi e rilancia