A2A entra nel settore eolico e rileva impianto da 8,2 MW in Campania

A2A accelera nello sviluppo della produzione energetica da fonti rinnovabili entrando nel settore eolico con l’acquisizione di un impianto da 8,2 MW in Campania nel comune di Castelpagano (Benevento). Come riporta un comunicato della multi-utility, l’operazione, effettuata rilevando l’impianto dall’investitore e advisor Equiter e da Barone Costruzioni, consente ad A2A di aggiungere l’eolico al suo portafoglio di generazione green composto da idroelettrico e fotovoltaico.

“Con il nostro primo impianto eolico si apre un nuovo, importantissimo capitolo nella storia di A2A. Questo settore ha un grande contenuto tecnologico che si adatta perfettamente ad una realtà come la nostra, abituata a gestire grandi centrali elettriche.” – ha commentato Renato Mazzoncini, amministratore delegato di A2A (nella foto)- “E’ il momento di essere ambiziosi e accelerare ulteriormente nella transizione energetica. Questo asset arricchisce il nostro mix di energia green: acqua, sole e aria sono le risorse naturali che ci accompagneranno nel processo di decarbonizzazione. Un traguardo significativo e un ulteriore contributo allo sviluppo sostenibile in cui siamo impegnati”.

L’impianto, dotato di 4 turbine, è in grado di generare 20,4 GWh di energia elettrica pari al fabbisogno annuo di oltre 8.000 famiglie. A2A ha scelto questo sito come primo passo nel settore dell’energia eolica date le eccellenti caratteristiche dell’area, con una ventosità che si riflette in una produzione di circa 2.500 ore equivalenti annue significativamente al di sopra della media nazionale.

Previous articleLegge di Bilancio, in autostrada obbligatorie le colonnine di ricarica per auto elettriche
Next articleEnel GP, join venture in Qatar per sviluppo di progetti rinnovabili