Zinco, associazione lancia iniziativa per batterie resistenti ai cambiamenti climatici

L’Associazione internazionale per lo zinco (International Zinc Association, IZA) ha annunciato il lancio del suo nuovo programma “Iniziativa per le batterie allo zinco” (“Zinc Battery Initiative”).

I recenti eventi meteorologici che hanno visto registrare temperature estreme, amplificate dal mutamento climatico, hanno nuovamente puntato i riflettori sul ruolo futuro dei combustibili fossili, nonché sulla capacità e solidità delle reti elettriche mondiali.

Secondo l’Associazione, uno dei modi più incisivi per affrontare questo problema è un immagazzinamento di energia efficiente in termini di costo. Quanto più le energie rinnovabili diventano parte delle reti elettriche, tanto più l’immagazzinamento di energia può aiutare ad affrontare l’intermittenza nell’erogazione di energia eolica e solare. È anche possibile rispondere alla grande fluttuazione della domanda catturando e accumulando l’energia in eccesso durante i periodi di scarsa richiesta, e offrirla nei periodi di punta.

Lo storage dell’energia promette inoltre di fornire resilienza, utilizzabile come un rifornimento energetico di riserva quando la generazione è interrotta. L’Associazione riferisce altresì che le batterie allo zinco sono in grado di svolgere un ruolo fondamentale nell’elettrificazione dei trasporti e altre applicazioni dove è richiesta alimentazione ma connessioni alla rete di distribuzione non sono pratiche.

Recentemente un team di ricercatori provenienti da Cina, Germania e Stati Uniti, ha dimostrato la possibilità di realizzare batterie zinco-aria più efficienti e in grado di rivaleggiare con la batteria agli ioni di litio, la tipologia di accumulatore che attualmente domina il mercato. Tra i vantaggi di questa tecnologia alternativa, maggior rispetto per l’ambiente, maggiore sicurezza e forse anche costi più bassi.

Secondo l’International Zinc Association, le batterie allo zinco potrebbero contribuire a vario titolo alla compatibilità ambientale, con vantaggi in termini di design flessibile, la possibilità di operare con un vasto range di temperature e storage a lunga durata. Per lo zinco è possibile fare affidamento a catene di approvvigionamento in tutte le principali regioni del mondo, con produzioni che si trovano nel Nord America, Sud America, Europa e Asia-Pacifico.

Fonte: batteryindustry.tech

Previous articleEnel X, mobilità elettrica in India attraverso una joint venture con Sterling and Wilson
Next articleEnergyglass, parapetto FV con potenze tra 150 e 240 Wp