Volvo, il 2020 all’insegna del “full electric”

Il 2019 è stato un anno da record il 2019 per Volvo che globalmente ha chiuso con 700mila auto prodotte e vendute, un risultato in crescita per il quarto anno consecutivo. Bene anche l’Italia che chiude l’anno che sta per terminare mettendo a segno il miglior risultato degli ultimi 20 anni con 22mila unità. Comprensibile la soddisfazione di Michele Crisci, presidente e amministratore delegato di Volvo Italia, che in un’intervista all’agenzia Ansa ha tracciato un bilancio dell’anno passato, soffermandosi in particolare sulla svolta della mobilità urbana che interesserà quello nuovo.

Abbiamo iniziato quest’anno a proporre ai clienti un motore elettrico per ogni vettura della gamma – ha detto – e al momento siamo l’unico brand sul mercato che può vantare tutta la gamma completamente ibridizzata plug in hyrbid. Abbiamo mantenuto questa promessa, anche in vista del 2020, anno in cui la misurazione delle Co2 sarà fondamentale in Europa”. Anno in cui per Volvo si apre proprio da Milano (il 23 e 24 gennaio), la svolta elettrica, con la presentazione della prima vettura full electric della gamma, la XC40. Si tratta della prima di 4 vetture full electric che verranno presentate nei prossimi tre anni.”

Per ciò che concerne le caratteristiche della XC40 P8 AWD Recharge. Si tratta di un Suv da 4,4 metri con due motori per 408 cavalli in totale. La batteria sarà da 78 kWh, per una autonomia dichiarata di 400 chilometri. Interessante la ricarica, fino a 150 kW, e il sistema multimediale, basato su Android. La piattaforma è sempre la Cma, la stessa delle ultime Volvo. Ignoto, al momento, il prezzo (ma difficilmente potrà scendere sotto i 60.000 euro) come anche la data esatta di arrivo in concessionaria.

Previous articleSonnedix prosegue espansione in Italia con acquisto di sei impianti fotovoltaici
Next articleTozzi Green rifinanzia portafoglio eolico con 67,4 milioni di euro