Tasso record del 76% di riciclaggio degli imballaggi in vetro in Europa

Il dato fotografa una crescita di oltre l’1% rispetto alla performance del 2016. Un punto di forza a favore dell’economia circolare europea degli imballaggi in vetro. Tuttavia, è necessario fare di più per portare il restante 24% di vetro nel circuito.

Gli ultimi dati del settore – pubblicati oggi dalla European Container Glass Federation (FEVE) – mostrano che la raccolta media UE28 per il tasso di riciclaggio degli imballaggi in vetro è cresciuta al tasso record del 76% nel 2017. La maggior parte dei 30 miliardi di container raccolti rientra nel lotto di uno dei 160 stabilimenti in Europa e rende l’industria manifatturiera degli imballaggi in vetro un’economia circolare autentica e ben funzionante.

Secondo il segretario generale della FEVE, Adeline Farrelly: “L’elevata collezione di vetro per il tasso di riciclaggio del 76% mostra che l’economia circolare degli imballaggi di vetro funziona molto bene. Il vetro è un materiale permanente che può essere riciclato all’infinito in nuovi imballaggi, mantenendo sempre le sue caratteristiche di sicurezza, indipendentemente da quante volte viene riciclato “.

Il vetro usato è la risorsa più importante per la produzione da bottiglia a bottiglia. Consegue importanti vantaggi ambientali, sociali ed economici per la catena del valore, per i nostri clienti e per il consumatore finale. Il riciclaggio del vetro consente all’industria del vetro per contenitori di ridurre drasticamente la propria impronta ambientale risparmiando energia e materie prime e aiuta a mantenere 125.000 posti di lavoro stabili e locali nell’UE. Gli impianti di produzione di vetro consegnano oltre la metà dei loro prodotti entro 300 km e oltre il 70% delle materie prime percorre meno di 300 km.

Tuttavia, la raccolta del 76% per il tasso di riciclaggio è la media in tutta Europa e maschera una situazione abbastanza diversa. I paesi più performanti sono Svezia, Belgio, Danimarca, Austria, Svizzera, Slovenia con oltre il 90% dei tassi di raccolta del vetro e poco dietro ci sono altri risultati eccellenti come Germania, Irlanda, Italia, Paesi Bassi e Lussemburgo con tassi ben oltre l’80%. È necessario fare di più, tuttavia, in paesi come Polonia, Regno Unito, Romania, Bulgaria, Grecia, Ungheria e Portogallo, dove esiste un potenziale di crescita. Ogni paese avrà bisogno di una propria strategia mirata e su misura per garantire un riciclaggio maggiore e migliore.

“Siamo orgogliosi che il vetro riciclato sia oggi il nostro ingrediente più importante negli imballaggi in vetro per alimenti e bevande. In futuro vorremmo offrire ai nostri clienti tariffe ancora più elevate per garantire che possano a loro volta continuare a offrire ai loro clienti prodotti fabbricati in modo sostenibile “, afferma Adeline Farrelly.