E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024
HomeBatterieSyensqo, inaugurati a Bollate gli innovativi laboratori dedicati alla ricerca sui materiali
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024

Syensqo, inaugurati a Bollate gli innovativi laboratori dedicati alla ricerca sui materiali

Lo scorso 15 febbraio, presso la sede di Bollate, Syensqo ha inaugurato i nuovi Application Development Labs (ADL), gli innovativi laboratori di ricerca che si impongono sul panorama internazionale per l’alto livello tecnologico e lo sviluppo applicativo dei materiali del futuro.

A distanza di meno di un anno dall’inaugurazione del laboratorio “Dry Room” per batterie al litio (che ha comportato un investimento di 1 milione di euro con anche un contributo dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy), il Centro di Ricerca di Bollate aggiunge il complesso degli Application Development Labs a conferma del proprio ruolo chiave nello sviluppo di soluzioni basate su materiali innovativi che rispondano alle crescenti esigenze e richieste dei settori high-tech.

L’intervento, del valore di circa 10 milioni di euro in tre anni, prevede l’avvio di oltre 1.300 metri quadrati di nuovi laboratori che si aggiungono ai 2.000 m2 già esistenti all’interno del centro tecnologico di Bollate. Uno spazio dove condurre test di stampaggio a iniezione, estrusione film, rivestimento cavi, lavorazione di elastomeri e prototipazione al servizio della ricerca interna e dei clienti.

Gli ADL occupano un nuovo edificio da 26mila metri cubi innovativo anche nel funzionamento, in cui il flusso d’aria per mantenere le cappe chimiche in depressione è garantito da inverter in modo da minimizzare il consumo energetico.

Il potenziamento dei laboratori italiani del gruppo ha comportato, negli ultimi tre anni, un incremento dell’organico R&D di oltre il 30%, con ulteriori prospettive di crescita futura, in aggiunta agli oltre 300 ricercatori – il 40% donne – già impiegati nel centro ricerche milanese.

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati