Studio BCG, la crescita della mobilità elettrica sarà un’opportunità per il business

La progressiva diffusione delle auto con propulsione 100% elettrica o ibride plug-in non comporterà solamente ingenti investimenti per realizzare i punti di ricarica e per ottimizzare le reti energetiche di fornitura, ma rappresenterà anche una opportunità per su settori diversi (e in alcuni casi inediti) il business. Lo sostiene lo studio ‘Winning the Battle in the EV Charging Ecosystem’ pubblicato dalla società di analisi Boston Consulting Group (BCG).

In Europa – si legge nel documento – il numero di punti di ricarica per auto elettriche potrebbe essere quasi dieci volte superiore a quello attuale. Attualmente, le colonnine in Europa sono circa 200.000 un numero, sottolinea BCG, che è troppo basso per soddisfare tutti i proprietari di modelli elettrici ed elettrificati, sempre più desiderosi di nuove opportunità di ricarica. In questi mesi, sono stati tanti i Paesi europei che hanno provato ad accontentarli. Come la Germania, che ha messo sul piatto 5,5 miliardi di euro per aumentare le infrastrutture di ricarica, e la Spagna, con un piano complessivo da 800 milioni.

Ma ciò che sorprende – viene ribadito nello studio – sono soprattutto le potenzialità. Dell’aumento delle colonnine ne gioverebbero non solo gli automobilisti, ma l’intera economia europea. Già ora, grazie all’espansione delle infrastrutture, si può prevedere un mercato da decine di miliardi di euro. Altro comparto che farà segnare una crescita esponenziale è quello della produzione dell’energia elettrica.

Nei 27 Stati membri dell’Ue la produzione attuale è di circa 3.000 TWh di elettricità all’anno e di questa, solo lo 0,1%, cioè 3 TWh, viene usata per le auto elettriche. Per il 2030 la domanda potrebbe salire a 86 TWh e la ricarica rappresenterebbe quasi il 3% della produzione. Nel dettaglio, nella Ue il valore dell’elettricità usata oggi per ricaricare le batterie delle auto è di circa 1,5 miliardi di euro ma entro il 2030 potrebbe arrivare a 33 miliardi.

Previous articleGruppoSTG, i nuovi moduli FV ad alta potenza sono firmati dal brand Solargreen
Next articleItaldesign e Williams, accordo per piattaforma dedicata alle auto elettriche