Squad Mobility, il tetto del veicolo elettrico olandese è un pannello solare

Squad Mobility, una start-up olandese, ha svelato il suo primo veicolo elettrico da città. È una vettura a due posti, e il tetto è un pannello solare. Non è un prototipo: Squad è già prenotabile, con 5 mila euro di deposito per i primi mille esemplari. Ma le consegne arriveranno solo nel 2021.

Nelle intenzioni di Robert Hoevers e Chris Kolk, ideatori della start-up, il nome riassume il cuore della loro idea: Squad sta perSolar-Quad. E in effetti il veicolo è una via di mezzo tra un quad (una simil-motocicletta) e una normale citycar. Con una velocità massima di 45 km/h, anche se già si pensa in futuro a una versione da 80 km/h, chiaramente più costosa.

Si tratta di un veicolo da città, molto essenziale e senza porte d’accesso. Con due posti affiancati e, dietro, due sedili su cui possono trovar posto due bambini alti non più di un metro e 25. Ma le misure esterne (sotto) sono talmente contenute da poter parcheggiare quattro Squad nello spazio occupato da un Suv di grandi dimensioni.

Il CEO Robert Hoevers assicura che il tetto solare in un paese soleggiato può generare energia fino a 9 mila km all’anno. Ad un sito tedesco specializzato Hoevers ha dichiarato che “il veicolo diventa così privo di emissioni per chi guida in città per circa 30 km o un’ora al giorno per 300 giorni all’anno“. Aggiungendo che la maggior parte di questi veicoli non percorre più di 6 mila km all’anno. Ma che naturalmente è possibile caricare la batteria tramite una presa di corrente o una batteria portatile Squad Mobility.