SMA, fotovoltaico sul tetto condominiale anche in pieno centro città

Un impianto solare situato sul tetto di un condominio che serve un singolo appartamento? Ora è realtà. Si tratta di un progetto – firmato dalla tecnologia SMA – realizzato a Stradella, in provincia di Pavia, dove il proprietario di un appartamento in una zona centrale ha fatto installare un impianto fotovoltaico in grado di soddisfare la quasi totalità del fabbisogno energetico della propria abitazione.

L’energia 100% rinnovabile prodotta dal sole – riporta un comunicato della multinazionale specializzata nel campo delle tecnologie di sistema per il fotovoltaico – serve tutti i consumi elettrici quotidiani dell’abitazione, dal condizionatore, alla lavatrice ai vari elettrodomestici, coprendo, così, una quota di autoconsumo pari al 65%. L’energia prodotta in eccesso, inoltre, viene stoccata da una batteria LG Chem e utilizzata in un secondo momento. In questo modo l’appartamento non solo raggiunge un livello di autarchia, ovvero indipendenza dalla rete elettrica nazionale, del 70%, ma è anche in grado di cedere alla rete parte dell’energia prodotta. Tale energia viene remunerata mediante una convenzione di scambio sul posto concordata con il GSE – Gestore dei servizi energetici – che concorre a dare una piccola redditività extra alla famiglia.

I 9 pannelli SunPower situati sul tetto condominiale occupano uno spazio di appena 15mq e producono energia pulita mediante l’inverter SMA Sunny Boy, affiancato dal sistema di accumulo SMA Sunny Boy Storage, che si occupa di caricare e scaricare la batteria LG Chem. L’impianto così costituito ha prodotto nel 2020 3900 kWh, di cui 1400 kWh sono stati ceduti alla rete e la restante parte utilizzata in autoconsumo. Contando che il fabbisogno energetico annuale dell’appartamento si attesta sui 3000 kWh, il proprietario ne ha acquistati solo 900 kWh, perché 1000 kWh sono stati forniti dal fotovoltaico in modo diretto e 1100 kWh dalla batteria.

Massimo Bracchi, Direttore Commerciale di SMA Italia, ha così commentato il progetto: “Un impianto fotovoltaico installato sul tetto di un condominio rappresenta un tema che si porta dietro numerosi luoghi comuni. Uno dei maggiori è il falso mito che si necessiti di un’approvazione condominiale concessa dalla totalità dell’assemblea per procedere con i lavori. Nulla di più falso: l’installazione di un impianto solare sul tetto del proprio palazzo non necessita dell’unanimità dei condomini o di particolari permessi. È sufficiente informare l’amministratore di condominio e gli altri proprietari e non occupare lo spazio comune in misura maggiore rispetto alle proprie quote millesimali.”

Le elevate percentuali di autoconsumo e autarchia hanno permesso una fortissima riduzione dei costi, pari a un taglio netto direttamente in bolletta del 70%. A questo si aggiungono anche i benefici economici della cessione dell’energia in rete con conseguente remunerazione della stessa. Inoltre, l’abitazione riesce a ridurre la propria produzione di emissioni di CO2 di circa 2,7 tonnellate l’anno, con evidenti vantaggi anche per l’ambiente.

Andrea Camporotondo, Responsabile Commerciale di Ecotechno Impianti, società che ha curato la progettazione e l’installazione dell’impianto, ha commentato: “È stato un progetto sfidante e senza dubbio molto raro, quasi un unicum per noi, ma che ha prodotto brillanti risultati. Per questo ci siamo affidati a un mix di tecnologie tra le più avanzate e innovative sul mercato: i moduli SunPower, gli inverter SMA e la batteria LG Chem. Per noi è fondamentale avere partner tecnologici affidabili e di altissima qualità”.

Il controllo dell’impianto è totalmente automatizzato e facile da consultare sia per l’installatore che per il proprietario, grazie alle applicazioni SMA. SMA 360°, l’App dedicata al personale tecnico, mostra in maniera semplice i dati e i documenti degli impianti del proprio portfolio e consente di gestire agevolmente in digitale tutti i processi relativi all’impianto fotovoltaico, direttamente dallo smartphone o dal tablet. È possibile così, effettuare la simulazione dei consumi energetici e del potenziale risparmio del cliente e persino mettere in servizio l’inverter tramite scansione del QR code.

SMA Energy, invece, semplifica il risparmio energetico dei proprietari, perché consente di visualizzare produzione e consumo di energia in tempo reale, avere sotto controllo autoconsumo e prelievo dalla rete, monitorare i risparmi in termini economici e ambientali e ottenere informazioni sempre aggiornate sullo stato di carica dell’energia accumulata nella batteria.

Previous articleStudio europeo rivela i vantaggi dell’utilizzo dell’elettricità rinnovabile
Next articleEni: siglato in Spagna l’accordo per nuovi progetti in energie rinnovabili