Riciclo ‘bottle to bottle’: in arrivo oltre 860 nuovi eco-compattatori Coripet

In arrivo 860 nuovi eco-compattatori in tutta Italia per il riciclo ad uso alimentare di bottiglie Pet ‘bottle to bottle‘: è questo l’obiettivo del finanziamento da 22 milioni di euro erogato da Crédit Agricole Italia – insieme a Banca Monte dei Paschi di Siena e UniCredit, e sostenuto all’80% dalla Garanzia Green Sace – in favore di Coripet, il consorzio senza fini di lucro di produttori, converter e riciclatori di bottiglie in Pet che, con i suoi 56 consorziati, rappresenta circa il 51,4% del comparto delle acque minerali, soft drink e latte, olio e succhi di frutta in Italia.

La liquidità ottenuta dal consorzio con sede a Milano, riconosciuto dal ministero dell’Ambiente nell’aprile 2018 e pienamente operativo dal secondo semestre 2020, verrà utilizzata per acquistare e installare 860 eco compattatori su tutto il territorio nazionale, al fine di raggiungere gli obiettivi inseriti nella direttiva Sup. Quest’ultima stabilisce che, entro il 2025, dovrà essere raccolto il 77% di bottiglie immesse a consumo, percentuale che salirà al 90% nel 2029; inoltre, a partire dal 2025 le bottiglie dovranno contenere almeno il 25% di R-Pet, per arrivare al 30% nel 2030.

La mission di Coripet è proprio quella di incrementare la raccolta e il riciclo delle bottiglie in Pet, grazie ai macchinari eco-compattatori, un’innovativa modalità di raccolta selettiva attraverso la quale i singoli cittadini possono partecipare in maniera attiva al modello Coripet “bottle-to-bottle”, consegnando su tutto il territorio nazionale le bottiglie in Pet ad uso alimentare. Si incentiveranno così l’aumento dei livelli di raccolta e riciclo delle bottiglie in Pet, e la creazione di una filiera italiana del bottle-to-bottle per la produzione di Pet idoneo al diretto contatto alimentare.

 

Previous articleFriuli Venezia Giulia, bando da 8,5 milioni per le comunità energetiche
Next articleSpreco alimentare, in Italia 674 gr di cibo a testa gettato ogni settimana