Ricerca, il 2022 sarà un anno da record per l’eolico offshore in Europa

Le nuove aggiunte di capacità eolica offshore in Europa sono destinate a raggiungere un record quest’anno, superando per la prima volta i 4 GW e più che raddoppiando le aggiunte viste nel 2021. Lo rivela una nuova ricerca della compagnia norvegese Rystad Energy.

Le aggiunte di capacità del continente nel 2022 raggiungeranno i 4,2 GW, battendo il totale del 2021 di 1,8 GW e superando il precedente record annuale di 3,8 GW stabilito nel 2019.

Si prevede che le nuove aggiunte di capacità cresceranno ulteriormente nei prossimi anni, quasi raddoppiando di nuovo nel 2023, a quota 7,3 GW, e salendo a 8,6 GW nel 2025.
Si prevede che le aggiunte annuali di capacità nel 2024 rallenteranno a causa della tempistica del progetto, ma un’elevata attività di costruzione probabilmente porterà ai numeri record di messa in servizio previsti per il 2025.

Le aggiunte di capacità record saranno guidate principalmente da progetti nel Regno Unito, che aggiungeranno 3,2 GW di capacità, un nuovo massimo annuale per il Paese, battendo il precedente record di 2,1 GW stabilito nel 2018. L’accelerazione della capacità installata nel Paese deriva da tre grandi progetti che dovrebbero essere completamente commissionati nel 2022 e che rappresentano i tre progetti più significativi in ​​Europa nel 2022.

Previous articleElectric Days, emissioni auto elettriche al centro di uno studio
Next articleNasce patto per la decarbonizzazione del trasporto aereo