Q Cells investe in R&D per lo sviluppo di celle e moduli FV di tipo N

Q Cells – multinazionale specializzata nella produzione di soluzioni fotovoltaiche – comunica di avere aumentato gli investimenti in ricerca e sviluppo per la realizzazione di celle e moduli FV di tipo N. L’azienda – riporta una nota – ha investito ulteriori 15,5 milioni di euro nel suo quartier generale di ricerca e sviluppo a Thalheim, in Germania. Ricordiamo che le celle di tipo N sono costruite con il lato a carica negativa come base della cella solare (mentre le celle di tipo P sono costruite su una base di silicio con carica positiva).

Le risorse stanziate si aggiungono ai 20 milioni di euro di investimenti annui in macchinari e attrezzature. Con un totale di 35 milioni di euro l’anno in ricerca e sviluppo, Q Cells punta quindi a superare l’obiettivo dei 140 milioni di euro entro il 2023.

«I valori fondamentali di Q Cells sono sempre stati l’eccellenza tecnologica e la leadership, e sono entusiasta di rivelare che l’azienda è pronta a introdurre ancora una volta una tecnologia fotovoltaica che definisce una nuova era nel mercato dell’alta efficienza», ha dichiarato Daniel Jeong, CTO di Q Cells.

Il nuovo investimento, nello specifico, è destinato all’acquisizione di attrezzature specialistiche che sosterranno gli sforzi nella ricerca e sviluppo di celle e moduli di tipo N. Questa tecnologia denominata Q.antum Neo – riporta il comunicato è il passo successivo dell’azienda nella roadmap della tecnologia Q.antum, che utilizza celle di tipo N con contatti passivanti per aumentare ulteriormente l’efficienza e la potenza dei moduli solari.

Q Cells, inoltre, prevede di introdurre Q.Tron, un nuovo modulo solare prodotto utilizzando questa tecnologia di celle, entro il quarto trimestre del 2021. Parallelamente, il gruppo sta anche lavorando alla ricerca e allo sviluppo di celle solari tandem basate sulla tecnologia della perovskite.

 

Previous articleCordata guidata da ABB: progetto per mobilità delle persone e delle merci a zero emissioni
Next articleBayWa r.e. vende parco eolico svedese da 62 MW a ERG