PNRR, via libera al finanziamento di 22 progetti dedicati alle rinnovabili

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha annunciato il via libera definitivo per il finanziamento di 22 progetti finalizzati a interventi di adeguamento e potenziamento delle reti di distribuzione energetica in Italia, grazie a cui si potrà accogliere energia prodotta da fonti rinnovabili e consentire una migliore elettrificazione dei consumi nel nostro Paese.

Un via libera – riporta una nota – che rappresenta il raggiungimento di un nuovo traguardo previsto entro la fine del 2022 dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che dedica alle smart grid un investimento totale da 3,6 miliardi di euro. Questi progetti permetteranno alla rete di distribuzione di accogliere ulteriori 9,8 GW (l’obiettivo era di almeno 5 GW) ampliando la potenza disponibile per circa 8,5 mdi italiani.

Soddisfatto il ministro Pichetto: “L’impegno del governo e del MASE nel creare le condizioni per incrementare l’energia rinnovabile di cui l’Italia ha bisogno deve essere necessariamente accompagnato da interventi che rafforzino le infrastrutture e ne potenzino la capacità di distribuzione.  I progetti sulle smart grid vanno esattamente in questa direzione: siamo pronti e faremo di tutto per lavorare alla trasformazione energetica e raggiungere gli obiettivi ambientali sottoscritti nelle sedi internazionali”. Con la pubblicazione, infine, del decreto di ammissione al finanziamento per le reti di riscaldamento efficienti, il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, consegue entro i tempi concordati con l’UE tutte le scadenze previste dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per quest’anno“.

Previous articleTÜV NORD, droni per ispezionare le torri eoliche
Next articleEnel tratta in esclusiva con NextEnergy per 50% Gigafactory di Catania