E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024
HomeZeroEmissionMAIRE si aggiudica contratto per impianto SAF negli Stati Uniti
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE

MAIRE si aggiudica contratto per impianto SAF negli Stati Uniti

MAIRE S.p.A. annuncia che NEXTCHEM (la business unit Sustainable Technology Solutions), attraverso la sua controllata MyRechemical, che guida il segmento Waste-to-Chemicals, è stata selezionata da DG Fuels Louisiana per fornire il Process Design Package di un impianto per la produzione di Sustainable Aviation Fuel (SAF), attualmente in fase di sviluppo a St. James Parish, Louisiana (USA).

L’impianto, che dovrebbe essere operativo nel 2028, produrrà 350.000 tonnellate all’anno di SAF derivato da scarti agricoli e rifiuti. MyRechemical è stata selezionata come technology licensor delle unità di gassificazione e di trattamento gas in grado di trattare 1.000.000 tonnellate all’anno di rifiuti derivanti dalla canna da zucchero e del residuo di estrazione proveniente dalla sua lavorazione. Il processo rappresenta il primo passo per la produzione di SAF.

La tecnologia di gassificazione e il know-how per trasformare il gas sintetico in prodotti ad alto valore aggiunto ricoprono un ruolo fondamentale nel portafoglio tecnologico di NEXTCHEM, rendendola un attore chiave nella decarbonizzazione delle industrie attraverso l’economia circolare. Contribuire a una mobilità sostenibile con l’uso di un’ampia gamma di soluzioni di carburanti puliti, inclusa la valorizzazione degli scarti agricoli, è infatti uno degli obiettivi principali di NEXTCHEM come previsto nel suo business plan.

DG Fuels (parent company di DG Fuels Louisiana) è un’azienda statunitense che si occupa di idrogeno rinnovabile e di carburante sintetico sostenibile a base biogenica per l’aviazione. L’azienda ha stretto diverse collaborazioni e accordi offtake con le principali compagnie aeree internazionali e sta attualmente sviluppando il suo primo impianto di SAF. Il progetto soddisfa i requisiti previsti dall’iniziativa Clean Fuels & Products Shot del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, volta a decarbonizzare il settore dell’aviazione attraverso l’industrializzazione del SAF. Inoltre, il SAF derivato da biomassa o rifiuti risponde ai requisiti del Carbon Offsetting and Reduction Scheme for International Aviation (CORSIA), istituito dall’Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile per ridurre i requisiti di compensazione delle emissioni di CO2 delle compagnie aeree.

Alessandro Bernini, Amministratore Delegato del Gruppo MAIRE, ha commentato: “L’aggiudicazione è un grande riconoscimento dei nostri sforzi volti ad implementare e industrializzare le soluzioni Waste-to-Chemicals sviluppate da NEXTCHEM. L’industria sta premiando la nostra esperienza e il nostro impegno nelle tecnologie a supporto della decarbonizzazione. L’essere stati selezionati per questo progetto strategico conferma che la nostra tecnologia è ben posizionata in un mercato competitivo come quello degli Stati Uniti, dove la circolarità sta giocando un ruolo chiave nel raggiungimento degli obiettivi di riduzione dell’impronta carbonica”.

Michael Darcy, Amministratore Delegato e Presidente di DG Fuel ha aggiunto: “Siamo molto felici per questo accordo che ci permette di utilizzare la tecnologia di gassificazione di NEXTCHEM nel nostro primo impianto SAF a zero impatto carbonico. La tecnologia superiore, le forti competenze di ingegneria e la solidità’ finanziaria di NEXTCHEM la rendono il partner ideale nel nostro impegno per decarbonizzare l’industria dell’aviazione”.

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati