Lo stato di New York coniuga performance e costi contenuti con innovativa batteria zinco-aria

Lo stato di New York ha siglato un accordo per l’acquisto di un sistema di accumulo basato su batteria zinco-aria da 100 kW/1 MWh dalla società canadese Zinc8 Energy Storage. Questa ha sviluppato una tecnologia unica per le batterie a flusso incentrata, appunto, sull’utilizzo di zinco e aria, vale a dire una soluzione che utilizza un catodo a ossigeno atmosferico e un anodo di zinco; analogamente alle altre pile, il movimento di elettroni genera una differenza di potenziale e quindi una tensione elettrica che può servire per alimentare vari tipi di circuiti elettrici.

L’impianto di accumulo dell’energia verrà installato in un sito indeterminato nella parte occidentale di New York che può beneficiare dell’hardware: ad esempio un edificio municipale, un edificio in un campus universitario o in un’università.

Una nota sul sito web della società indica che l’obiettivo è puntare a un costo di installazione di $ 45/kWh. Per fare un paragone, Bloomerg NEF ha recentemente riferito che i prezzi della batteria sono diminuiti dell’87%, da $ 1,100/kWh nel 2010 a $ 156/kWh nel 2019, con un’aspettativa di quasi $ 100/kWh entro il 2023. Zinc8 ha dichiarato che per raggiungere il costo di $ 45/kWh , il prodotto dovrà essere dimensionato con più di otto ore di capacità rispetto alla sua potenza istantanea.

Zinc8 aveva già prodotto 300 catodi entro settembre dello scorso anno, con ogni pila da 5 kW che utilizza 50 catodi. Oggi  pianifica un aumento della produzione di catodi a 36 MW/ anno con una conservazione minima di 8 ore di capacità.

Previous articleAlessandro Trebbi nuovo amministratore delegato di Avvenia
Next articleFissaggio dei pannelli fotovoltaici, la nuova soluzione di RENOLIT WATERPROOFING