Rina Consulting inaugura a Genova la nuova sede “smart” e “green”

Attenzione al benessere dei dipendenti, focus sullo sviluppo tecnologico e riduzione dell’impatto ambientale. Sono i criteri guida adottati da RINA per la realizzazione della nuova sede di Rina Consulting, società di consulenza ingegneristica del RINA, in via Cecchi a Genova, inaugurata giovedì 30 gennaio alla presenza del sindaco Marco Bucci.

Con un investimento di oltre 6 milioni di euro (di cui la metà per l’acquisto degli spazi e altrettanti per il restauro e gli arredi), l’edificio, in passato sede direzionale di Piaggio & C e Saiwa, è stato riqualificato e rinnovato, rendendo gli ambienti di lavoro smart e accoglienti.

Gli oltre 400 dipendenti della nuova sede di via Cecchi avranno a disposizione più di 4.200 metri quadrati organizzati su tre piani, divisi tra zone di lavoro, 2 ampie aree relax, 2 aree ristoro, 12 sale riunioni, 13 phone booth, 5 terrazzi e 3 aree verdi indoor. Lo scopo è fornire uffici accoglienti e moderni, per rendere il luogo di lavoro un ambiente piacevole, dove tutte le professionalità possano sentirsi valorizzate.

Dal punto di vista dell’innovazione, gli uffici di via Cecchi sono stati organizzati nell’ottica di un uso sempre più esteso dello smart working, un nuovo modo di intendere l’attività lavorativa che permette ai dipendenti di bilanciare la vita professionale e quella privata, garantendo flessibilità ed efficienza.

La nuova sede di Rina Consulting è stata pensata in un’ottica green e di rispetto dell’ambiente. Tra le curiosità “green” dei nuovi uffici, ci sono anche un piccolo orto realizzato sulla terrazza, uno spazio interno dedicato alla coltivazione delle orchidee e la scelta di alcuni arredi, come ad esempio le librerie, realizzate con legno ecosostenibile. Inoltre per ridurre le emissioni, RINA ha deciso di utilizzare soltanto fonti rinnovabili per fornire energia alle sue sedi italiane, con l’obiettivo di estendere questo approccio energetico a tutti i suoi uffici nel mondo.

La nuova sede di via Cecchi – ha sottolineato Ugo Salerno, presidente e amministratore delegato del RINA – è un investimento importante nello sviluppo dell’azienda e del suo rapporto con Genova. Uno dei nostri obiettivi è garantire alle risorse spazi di qualità, piacevoli e all’avanguardia. Un’azienda che vuole essere al passo con i tempi non può trascurare questi aspetti, perché per attirare talenti e professionalità di livello servono anche degli ambienti di lavoro che sappiano coniugare tecnologie e un ambiente smart, che aiutino ad armonizzare la vita lavorativa e quella personale“.

Previous articleCaorso, la centrale atomica è spenta ma costa 20 milioni all’anno
Next articleDaniele Checchi nuovo direttore dell’Istituto per la Ricerca Valutativa sulle Politiche Pubbliche