E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024
HomeBatterieGotion presenta una batteria che punta a maggiore autonomia grazie al manganese
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024

Gotion presenta una batteria che punta a maggiore autonomia grazie al manganese

Il colosso cinese Gotion ha presentato una innovativa batteria che punta ad un’autonomia di 1.000 km. Astroinno L600 è una batteria che fa uso di celle LMFP: a litio, ferro e fosfato il produttore ha aggiunto del manganese, ottenendo una batteria dalle grandi potenzialità. L’utilizzo del manganese, infatti, consente di migliorare enormemente la densità energetica della batteria. Più è alta la densità energetica, più energia elettrica si può “stipare” in una batteria dalle stesse dimensioni.

Questo si traduce, come detto, in potenzialità davvero interessanti: il primo prototipo di Astroinno L600 ha raggiunto infatti una densità energetica di 190Wh/kg, un valore mai raggiunto in ambito LFP. Tradotto in termini di autonomia, una batteria del genere potrebbe garantire oltre 1.000 km di percorrenza. E, in linea teorica, c’è ancora spazio per migliorare questi valori.

La cella Astroinno L600 LMFP raggiunge 240 Wh/kg di densità di energia gravimetrica e 525 Wh/L di densità di energia volumetrica” spiega Qian Cheng, presidente esecutivo di Gotion Global “Garantisce più di 4.000 cicli di ricarica a temperatura ambiente, e 1800 cicli di ricarica ad alta temperatura. Con la ricarica rapida, bastano 18 minuti per ricaricarla completamente, ed ha già passato tutti i test di sicurezza. Grazie all’elevata densità energetica della batteria Astroinno, possiamo raggiungere un’autonomia di 1.000 km, senza utilizzare materiale NCM” conclude il dirigente.

Autonomia di alto livello, ricarica rapida e densità energetica altissima non sono, però, gli unici vantaggi della batteria Gotion. Il design di nuova concezione, infatti, riduce i componenti strutturali necessari alla fabbricazione del 45%, con una riduzione del peso del 32% rispetto ad una classica batteria. Diminuiscono di molto (-74%) i cablaggi necessari.

Secondo quanto affermato dallo stesso Qian Cheng, la batteria Astroinno L600 dovrebbe entrare in produzione nei primi mesi del 2024. In virtù dello strettissimo rapporto con Volkswagen, è facile immaginare che le vetture tedesche saranno le prime ad equipaggiare le innovative batterie Gotion.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati