Google annuncia acquisto di energia rinnovabile nel Regno Unito e in Spagna

Google ha annunciato due nuovi accordi per l’acquisto di energia rinnovabile nel Regno Unito e in Spagna, che consentiranno all’azienda di operare al 90%, o quasi, in regime di energia priva di carbonio in ciascuna regione entro il 2025.

Gli accordi – riporta un comunicato – rappresentano i primi PPA a lungo termine per Google in ciascun Paese, e prevedono l’acquisto di 100 MW di energia eolica offshore da ENGIE nel Regno Unito e di 149 MW di energia solare da ib vogt in Spagna.

Alphabet, la società madre di Google, ha annunciato nel 2020 l’ambizione di utilizzare 24/7 CFE, con l’obiettivo di gestire l’intera attività con energia priva di carbonio entro il 2030. Operare con il CFE 24/7 significa far coincidere la domanda di elettricità con la fornitura del CFE ogni ora di ogni giorno, in ogni regione in cui l’azienda opera.

Sebbene dal 2017 Google abbia abbinato annualmente il 100% del suo utilizzo di energia elettrica con energia rinnovabile, l’azienda ha dichiarato che i nuovi accordi consentiranno alle sue regioni cloud e ai suoi uffici nel Regno Unito e in Spagna di essere abbinati a fonti rinnovabili locali su base oraria. L’azienda ha inoltre dichiarato che gli accordi sosterranno la costruzione di nuovi parchi eolici e solari, aggiungendo fonti di energia pulita alle rispettive reti elettriche nazionali.

Google ha sottolineato che il passaggio a un’energia priva di carbonio aiuterà anche i suoi clienti a raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità. Molte aziende a livello globale hanno rivolto l’attenzione ai loro sforzi per il clima e l’energia pulita alle loro catene di valore, che di solito rappresentano la maggior parte dell’impronta di emissioni della maggior parte delle imprese.

 

 

Previous articleTerna, consumi elettrici: a ottobre domanda di energia elettrica in calo, bene le rinnovabili
Next articleVia libera dal Consiglio Ue ai permessi veloci sulle rinnovabili