Gli inverter di SMA per l’impianto fotovoltaico di Perlarredi

La sostenibilità sostiene la crescita aziendale. Ne è fermamente convinta Perlarredi Srl, azienda Made in Italy – tra i leader nella produzione di perlinati e profili in legno per l’edilizia – che ha recentemente installato un impianto fotovoltaico nel suo stabilimento di Azzano Decimo, in Friuli Venezia Giulia.

L’impianto, che trasforma l’energia del sole in 610 MWh grazie a 8 inverter SMA SUNNY TRIPOWER CORE1, contribuisce ad alimentare i macchinari che vengono utilizzati per la produzione annuale di 65.000 m³ di tavole piallate e 20.000 tonnellate di pellet ed è funzionale alle esigenze generali degli uffici. Soddisfacendo, così, il 30% del fabbisogno energetico dell’intera azienda, grazie all’autoconsumo del 90% della produzione totale derivata dall’impianto.

Il sistema – riporta un comunicato – ha una potenza di picco pari a 499,68 kWp ed è costituito da 1.388 moduli SunPower MAXEON da 360 Wp posti sul tetto dello stabilimento, a copertura di una superficie di circa 3.200 mq. La necessità di essere perfettamente conforme alla normativa in tema di sicurezza e incendi e la richiesta di qualità da parte dell’azienda ha guidato la scelta degli inverter. Gli inverter SMA – specifica il comunicato – sono stati selezionati per l’estrema flessibilità e il design innovativo che consente la semplificazione dei processi, un minor impiego di materiali e un’installazione fino al 60% più veloce e al contempo una riduzione del costo operativo totale. La tecnologia SMA, inoltre, ha consentito l’installazione dell’inverter in copertura, risolvendo, così, problematiche inerenti la necessità di certificazioni e prevenzione incendi.

Gianpietro Contran, Amministratore di NEXT Italia, EPC che ha curato la progettazione e l’installazione dell’impianto, ha commentato: “Perlarredi è una best practice tutta italiana che conferma come la sostenibilità non aumenti i costi, ma anzi supporti la crescita aziendale, concorrendo a ottenere un vero e proprio vantaggio competitivo. Questo impianto fotovoltaico, infatti, non solo consente all’azienda di ridurre le proprie emissioni di CO2 di 330.000 kg/anno, ma riduce al contempo i costi dell’energia del 30% – con un ritorno dell’investimento previsto in soli 5 anni. Visti i notevoli vantaggi ottenuti, la proprietà sta già pensando di ampliare ulteriormente il progetto con 300 kWp aggiuntivi, da installare sullo spazio ancora disponibile”.

L’intero progetto è monitorato 24 ore su 24 dall’innovativo sistema SMA SUNNY PORTAL powered by ennexOS, che mostra sempre e dovunque i dati più importanti dell’impianto, con la possibilità di analizzare i valori di misurazione, oltre che di visualizzare e confrontare in modo chiaro i rendimenti, individuando e risolvendo, in questo modo, anche le più piccole anomalie. E per una maggiore praticità e velocità di rilevazione, è possibile gestire l’impianto attraverso la nuovissima SMA 360°, l’app creata su misura per gli specialisti del fotovoltaico che rende ancora più facile la progettazione e il monitoraggio degli impianti.

Previous articleSuperbonus, nasce in Umbria la Rete cooperativa 110%
Next articleANEV: “Ministero per la Transizione Ecologica utile ma non basta”