Fraunhofer, accordo per la violazione del brevetto sugli inverter

L’Istituto Fraunhofer ISE (Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems ISE) comunica di aver raggiunto accordi extragiudiziali con i principali produttori di inverter riguardo sette casi di violazione di brevetto fino ad oggi. Le aziende citate – in Cina, Taiwan e Germania – avevano infatti violato il brevetto sul circuito HERIC® (Highly Efficient and Reliable Inverter Concept) e il relativo processo utilizzato negli inverter monofase, soprattutto nella gamma di potenza inferiore (ad esempio negli impianti fotovoltaici su tetto).

Si stima che oltre l’80% di tutti gli inverter monofase nel mondo siano basati sulla tipologia HERIC® brevettata nel 2002. Ma un gran numero di produttori ha utilizzato il circuito o il processo nella sua forma originale o in versioni modificate che tuttavia violano il brevetto senza il consenso dell’Istituto, come confermato dal tribunale regionale di Monaco di Baviera.

La violazione dei diritti non è quindi conveniente per i trasgressori. La proprietà intellettuale tedesca si trova in molti prodotti dell’industria fotovoltaica, e non di rado i relativi brevetti vengono violati. Siamo pronti ad agire contro le violazioni dei brevetti”, ha dichiarato il Prof. Andreas Bett, direttore dell’Istituto Fraunhofer ISE.

 

 

 

Previous articleMITE, via libera a 6 parchi eolici tra Puglia e Basilicata per 347 Mw
Next articleSolare, Midsummer sigla accordo quinquennale con Unimetal