Fortum, Basf e Nornickel: nuovo impianto per riciclaggio batterie al litio

Basf, la finlandese Fortum e la russa Nornickel hanno firmato un accordo per la costruzione di un impianto di riciclaggio di batterie al litio destinate alle auto elettriche che sorgerà a Harjavalta (in Finlandia, nei pressi della sede di Fortum). I lavori per il nuovo sito inizieranno nel 2022.

L’attività – ricorda il comunicato congiunto diffuso -ha l’obiettivo di recuperare materie prime come cobalto e nichel provenienti da accumulatori riciclati, per poi reintegrarli nella produzione di nuovi, ottenendo così una significativa riduzione di emissioni CO2 nell’intera filiera dei veicoli a zero emissioni.

I materiali riciclati saranno reintrodotti dalla società tedesca con sede a Ludwigshafen per la produzione di materiali catodici attivi (cam). Nornickel, gruppo minerario russo,  rafforzerà invece ulteriormente la sua posizione come una delle raffinerie di nichel più sostenibili al mondo.

Tutto questo – conclude la nota – sarà possibile grazie alla finlandese Fortum che, con la recente acquisizione dell’azienda Crisolteq esperta nel riciclaggio di materiali rari, “è stata in grado di aumentare il tasso di recupero di materiali preziosi nelle batterie agli ioni di litio, componente chiave dei veicoli elettrici, dal 50 all’oltre 80%”, come ha dichiarato il manager Tero Holländer.

Previous articlePrysmian, risultati 2019 in forte crescita
Next articleCon i droni, Axpo ispeziona la diga più grande d’Europa