Ergon attiva otto cantieri fotovoltaici nelle strutture della sua rete

Syneos – capogruppo di Ergon, società che gestisce i marchi Despar e Altasfera oltre al marchio ARD – ha comunicato l’obiettivo di raggiungere il 30% di autoproduzione di energia elettrica. Per questo motivo ha guidato le sue controllate verso un percorso in questo settore.

In particolare, la società – per gestire questa operazione – ha emesso un bond dedicato di 2,5 milioni interamente sottoscritto da UniCredit.

Nel dettaglio, Syneos ha avviato la progettazione e la fase esecutiva per otto nuovi cantieri fotovoltaici che saranno sistemati su altrettante strutture della propria rete.

Questo progetto di produzione di energia rinnovabile si affianca ai già operativi 14 impianti per una produzione complessiva di circa 10 megawatt. L’azienda sostituirà i vecchi neon con i led; i banchi frigo avranno sistemi di chiusura che mantengono le basse temperature e riducono i consumi; saranno installate centrali termiche per i banchi e le celle frigo saranno a ridotto consumo.

Elemento ulteriormente qualificante è un programma di 8.000 ore di formazione per 300 collaboratori e collaboratrici (dirigenti, tecnici, operativi).” – sottolinea Paolo Canzonieri, presidente di Ergon, con delega anche alla formazione – “Queste ore sono tese alla cultura della sostenibilità attraverso lo sviluppo di competenze trasversali che coerentemente incideranno sulle modalità di svolgimento di molte procedure di lavoro”.

Previous articleAgro fotovoltaico, nuovo Position Paper di ANIE Rinnovabili, Elettricità Futura e Italia Solare
Next articleEnergia, il governo sblocca la realizzazione di sei parchi eolici