Eolico, accordo tra Erg e Enercom per impianti in Italia e nel Regno Unito

Erg prosegue nel suo processo di crescita nel settore delle energie rinnovabili, sul quale ha puntato con decisione negli ultimi anni, mettendo in campo un netto processo di riconversione rispetto al business del petrolifero, che per decenni era stato centrale per il gruppo della famiglia Garrone.

L’ultima novità – riporta un comunicato – è la firma di un accordo quadro tra la realtà genovese, tramite la propria controlla Erg Power Generation, ed Enercom, che è uno dei principali produttori di turbine eoliche al mondo, con sede ad Aurich, in Bassa Sassonia. Il gruppo tedesco fornirà aerogeneratori (quelle che in prevalenza vengono chiamate pale eoliche) per una capacità potenziale di circa 190MW.

Si tratta di dotazioni destinate ad alcuni progetti in Italia di repowering (che consistono nel modificare la fonte energetica di un sistema allo scopo di aumentarne l’efficienza e la potenza) e a uno greenfield (quelli che partono da zero) nel Regno Unito.

Nella nota, Erg spiega che l’accordo, del valore potenziale di 120 milioni di euro, “è stato raggiunto al termine di un articolato processo di gara che ha visto la partecipazione dei principali OEM del mercato europeo”. L’acronimo, che sta per Original Equipment Manufacturer, indica gli operatori che realizzano componenti di prodotti venduti da un’altra società. Un componente OEM può essere una parte, un sottosistema o un software.

L’intesa comprende, oltre alla fornitura, anche il trasporto, l’installazione, il commissioning (cioè la gestione del progetto) e la manutenzione prevista nella prima fase di vita degli aerogeneratori. “L’operazione presenta importanti elementi di innovazione, sia dal punto di vista tecnologico, prevedendo la fornitura di turbine di ultima generazione, che contrattuale, con importanti elementi di flessibilità e sinergie realizzabili grazie alla formula dell’accordo quadro di durata triennale”, conclude la nota di Erg.

Previous articleCapacity Market, Girotto (M5S): “Futuro del mercato elettrico sono accumulo e rinnovabili”
Next articleGSE, pubblicato il bando per la quinta procedura del Decreto FER