Eni, Plenitude si rafforza negli USA acquistando due impianti in Texas

Eni gas e luce – Plenitude amplia la sua presenza negli Stati Uniti per quanto riguarda il campo delle energie rinnovabili ed annuncia l’acquisizione – tramite la controllata Eni New Energy US – di due impianti in Texas per una capacità complessiva di 466 MW, sviluppati dalla società BayWa r.e.

L’operazione – riporta un comunicato – è stata condotta da Novis Renewables, (partnership tra Eni New Energy US e Falck Renewables) grazie alla quale la controllata Plenitude ha acquisito l’impianto fotovoltaico Corazon I (situato nella contea di Webb) che produrrà circa 500 GWh ogni anno, permettendo così un taglio di 250.000 tonnellate di emissioni di anidride carbonica ogni anno. Oltre a questo, è stato acquisito il progetto di stoccaggio Guajillo, da circa 200 MW/400 MWh, che però è ancora in fase di sviluppo (seppur avanzato) e che sarà operativo entro la fine del 2023.

Stefano Goberti, Amministratore Delegato di Eni gas e luce – Plenitude (nella foto), ha commentato: “Queste transazioni ci permettono di compiere un significativo passo avanti nello sviluppo della nostra capacità nelle energie rinnovabili nel mercato statunitense, aggiungendo due asset di grande valore al nostro portafoglio. Plenitude, aggiungendo “la nostra capacità installata e in costruzione ha già superato 0,8 GW e questo significa che siamo sulla buona strada per il superamento dell’obiettivo iniziale che ci eravamo dati solo 2 anni fa, quando siamo entrati nel mercato insieme a Falck Renewables, di raggiungere 1 GW entro il 2023”. Jonathan Koch, presidente di Novis Renewables, ha aggiunto: “Siamo orgogliosi che le nostre competenze nel campo dell’energia rinnovabile abbiano contribuito alla firma di questo accordo che fornirà energia solare pulita agli abitanti e alle imprese del Texas“.

Previous articleAnev: “Europa e Italia indietro su eolico, imprese soffrono”
Next articleA2A si aggiudica 5,4 GW nella terza asta Capacity Market di Terna